Sparatoria all'aeroporto della Malpensa. Coinvolto un tunisino

Panico al Terminal 1 dell’aeroporto milanese. Per fermare la moglie che si stava imbarcando su un aereo, un 43enne di nazionalità tunisina avrebbe sfondato la recinzione dello scalo a bordo della sua auto e sarebbe sceso impugnando un coltello. Per poterlo fermare i poliziotti gli hanno sparato, ferendolo.
I voli in partenza e i check in sono stati interrotti, mentre i voli in arrivo proseguono regolari. La vettura su cui viaggiava l’uomo, una Hyundai Tucson, risulta rubata a Cerro Maggiore, nel Milanese.

Le notizie che giungono dalla Malpensa sono ancora frammentarie e confuse. Aggiornamenti seguiranno appena vi saranno notizie più sicure.