Libia. Le prime crepe nella coalizione. Norvegia sospende operazioni.

Si annunciano i primi screzi fra le forze della coalizione che partecipano all’operazione in Libia. Oggi il ministro della Difesa norvegese ha dichiarato che i sei caccia norvegesi che partecipano all’intervento militare in Libia sospenderanno le loro missioni fino a che non ci sia un chiarimento sul comando effettivo della forza multinazionale.

Italia
Se la Nato non assumera’ a breve il coordinamento delle operazioni militari in Libia, “se ci fosse una moltiplicazione dei comandi, dovremo studiare un modo perche’ l’Italia assuma la responsabilita’ del controllo delle proprie basi”. Lo ha detto al termine del Consiglio Affari esteri il ministro Franco Frattini. C’e’ nell’Ue “un consenso crescente” alla richiesta dell’Italia di “un ombrello Nato” per le operazioni in Libia. “Che sia la strada giusta – ha spiegato il ministro – lo dimostra il fatto che attorno alla richiesta italiana c’e’ un consenso crescente che ha fatto dire proprio pochi minuti fa al ministro Juppe’ che a suo avviso e’ pronta ad assumere l’iniziativa”.