Gli ufficiali ticinesi esprimono le preferenze di voto – L'UDC Marco Chiesa escluso

Nell’ambito delle elezioni federali del 23 ottobre, la Società ticinese degli Ufficiali indica le sue preferenze per le candidature al Consiglio degli Stati e al Consiglio Nazionale.

Candidati che la STU considera particolarmente sensibili nei confronti dell’esercito e della politica di sicurezza. Nella lista – ripresa dal Corriere del Ticino – balza all’occhio che fra i candidati UDC non è incluso Marco Chiesa. E questo malgrado la sua evidente sensibilità per la sicurezza e il benessere dei cittadini.

Qui di seguito i nomi caldeggiati dalla STU.
Consiglio degli Stati
Fabio Abate, PLRT
Filippo Lombardi, PPD
Sergio Morisoli, LEGA-UDC-Indipendenti

Consiglio Nazionale
PLRT
Riccardo Calastri, Ignazio Cassis, Rocco Cattaneo, Giovanni Mer­lini, Fulvio Pelli, Nicola Pini, Maristella Pol­li ed Emanuele Verda.
Lega dei ticinesi
Fabio Bada­sci, Daniele Caverzasio, Michele Guerra, Roberta Pantani, Lorenzo Quadri e Paolo Sanvido.
PPD
Fabio Bacchetta-Cattori, Monica Duca Widmer, Simone Ghisla, Paolo Peduzzi, Fabio Regazzi e Marco Romano.
UDC
Orlando Del Don, Luca Paltenghi, Gabriele Pinoja e Pierre Rusconi.
Sviz­zera italiana
Nicoletta Noi-Togni e Milena Paccio­rini.
Montagna Viva
Germano Mat­tei.
Rafforzare le famiglie
Patrick Kurt.