Bissone – Un silenzio assordante – Replica socialista al Mattino della Domenica

Gruppo Socialista e Indipendenti

Avvertenza. Ticinolive pubblica il seguente testo a puro titolo informativo, senza necessariamente aderire ai suoi contenuti.


Durante una delle nostre solite riunioni ci siamo scambiati alcune riflessioni a riguardo dell’articolo del Movimento Nuova Bissone sul Mattino.
“I componenti del Movimento Nuova Bissone aspettano la fine dell’inchiesta per parlare con cognizione di causa…….”
Non ci sembra che sia una novità infatti nè in CC né in Municipio non abbiamo mai sentito parlare nessun altro all’infuori del Sindaco Grosa, che adesso parla sicuramente con cognizione di causa!; abbiamo piuttosto potuto osservare che i municipali ed i consiglieri comunali seguivano alla lettera gli “ordini di scuderia” e le “strategie” dell’apprendista stregone ed ora si dicono “storditi e scioccati” dalle pesanti accuse a lui rivolte, che non rispecchiano la persona che avrebbero conosciuto in questi anni. Speriamo non pensino che tutto questo sia solo un brutto sogno o che sia un caso di omonimia e che la persona arrestata sia qualcun altro. Purtroppo è la realtà!

Ora che il Sindaco è impossibilitato a rispondere per le “pesanti e molteplici” accuse che lo hanno portato all’arresto non vediamo chi possa parlare, considerato nel frattempo che anche in CC il portavoce del Movimento è stato cacciato e considerato un traditore perché non ha rispettato il patto di appartenenza al movimento ed é reo di aver scoperchiato una sistematica violazione di procedure nella conduzione del Comune. Per fortuna lui ha parlato e con altri membri della commissione della Gestione ha denunciato situazioni illegali e fatture non conformi.

E’ vero, lasciamo lavorare le persone competenti, ma cerchiamo di aiutarle nella ricerca della verità. Ci sembra piuttosto che questo silenzio sia piuttosto un silenzio omertoso, degno di gruppi che per proprio interesse firmano patti “mafiosi” con i propri membri. Riteniamo inoltre che questo silenzio sia oltremodo imbarazzante perché ogni qualvolta viene rotto questo muro di silenzio da un rappresentante di MNB si possono udire bugie macroscopiche del tipo:

– la vice sindaco afferma di non essere indagata, malgrado la procura avesse diramato un comunicato stampa ufficiale.
– di non essere a conoscenza di situazioni illegali nella conduzione del Municipio e nel controllo dei pagamenti di fatture (dossier Lido), malgrado gli fossero state richieste più volte spiegazioni sulla situazione Lido (anche dalla commissione della Gestione) quando le venivano sottoposte fatture poco chiare.
– “non era il mio dicastero e pertanto non ne ero responsabile”; quindi delegando, con il voto favorevole, ai colleghi di maggioranza, decisioni che non erano conformi alla legge (licenziamento tecnico comunale, lettera di preavviso di licenziamento ai dipendenti comunali, ecc.).

oppure risposte elusive a domande ed interrogazioni che volutamente volevano nascondere situazioni poco chiare o per guadagnare del tempo affinché venissero sanate a posteriori:

– “la situazione contabile potrà essere consultata e controllata dopo che verranno presentati i conti consuntivi del prossimo anno ….”, che negli ultimi due anni sono stati poi rimandati al mittente per fortuna!
– “questa decisione ratifica la situazione …….” e nelle sedute di municipio è stata una formula molto usata!
– “tanto poi questa decisione verrà ratificata dal CC perché abbiamo la maggioranza…”, vedi anche videosorveglianza abusiva al Lido, che la SEL, su nostra segnalazione, ha provveduto a far spegnere perché senza una base legale.

Per fortuna qualcuno ha aperto gli occhi e nel limite delle proprie competenze ha denunciato questi fatti. Noi non abbiamo dormito, ma soprattutto non sono riusciti a farci tacere.

Questo silenzio voluto …. è assordante!

Per il Gruppo PS e indipendenti

Gianmaria Verda, municipale
Tania Uboldi Ermani, consigliere comunale
Ugo Ballinari, consigliere comunale
Roger Bacciarini, consigliere comunale