La morte a 458 km/h – Bill Warner motociclista oltre ogni limite

Era un centauro “estremo”, il suo mestiere era battere record sempre più audaci. Ieri si era dato come obiettivo: raggiungere la velocità di 300 miglia orarie (482 km/h) utilizzando una pista lunga un miglio soltanto (1600 m circa).

Bill Warner è morto su una pista di aviazione del Maine. La sua velocità era salita sino a 458 km/h quando ha perso il controllo del mezzo, una Suzuki Hayabusa turbo modificata, cadendo rovinosamente a terra. Warner, pur gravemente ferito, è riuscito a pronunciare ancora alcune parole ma – un’ora e un quarto più tardi – è spirato all’ospedale di Caribou.