Resurrection. Un film racconta l’indagine sulla resurrezione di Gesù

Il cineasta Kevin Reynolds vuole raccontare i giorni che seguirono il ritorno di Gesù dal mondo dei morti dal punto di vista di un centurione romano e ateo.

Kevin Reynolds (Waterworld, Robin Hood con Kevin Costner) prepara un thriller sulla resurrezione di Gesù, risorto tre giorni dopo essere morto e tornato in cielo dopo 40 giorni passati fra i vivi.

La storia viene raccontata dal punto di vista di un soldato romano ateo, incaricato da Ponzio Pilato, il prefetto della Giudea che portò Gesù alla crocifissione, di condurre un’indagine su questa misteriosa resurrezione e di trovare il corpo scomparso del Messia.
Il centurione incontra gli Apostoli, testimoni del ritorno in vita di Gesù e altri personaggi storici o biblici. Durante la sua indagine avviene in lui una metamorfosi che lo porta a diventare credente.

Al momento il casting non è noto ma Kevin Reynolds è abituato a lavorare con Kevin Costner. Insieme hanno girato Robin Hood, Waterworld e la mini serie storica Hatfiekd & McCoy.
Costner potrebbe dunque avere un ruolo nel film. A 58 anni è troppo vecchio per interpretare Gesù e lo si può immaginare nel ruolo di Ponzio Pilato o in quello del centurione.