Islamofobia o sentimento anti-religioso globale?

Secondo l’Osservatorio francese contro l’islamofobia, gli atti islamofobi sono aumentati del 11,3% nei primi 9 mesi del 2013 rispetto allo stesso periodo del 2012.
Un aumento che preoccupa, malgrado questi atti siano meno importanti rispetto agli atti antisemiti o contro i cristiani
.

Il portale d’informazione Atlantico.fr intervista il geopolitologo francese Alexandre Del Valle, professore di relazioni internazionale all’Università di Metz.

Atlantico : L’aumento di atti islamofobi preoccupa. Le aggressioni contro i musulmani a causa della loro appartenenza religiosa sono più importanti delle aggressioni contro i cristiani?

Alexandre del Valle : le cifre sono difficilmente comparabili perchè non viene fatta la distinzione fra quella che è critica verso l’Islam e quello che è aggressione; mentre le critiche alla religione cristiana non sono classificate nella categoria degli atti contro i cristiani.
Su 157 atti contro i musulmani pochi riguardano aggressioni fisiche o distruzione di moschee. Si tratta essenzialmente di critiche.
Per contro, in 9 mesi l’Osservatorio ha recensito 250 manifestazioni pubbliche contro i cristiani, fra cui 8 aggressioni di preti, 17 tentativi d’incendio di chiese, 25 casi di profanazione e atti di vandalismo di cimiteri cristiani e 70 casi di profanazione di chiese.

Quando si leggono i rapporti sull’islamofobia ci si accorge che i casi di vandalismo di moschee sono rari. In Francia i pochi imam aggrediti in questi anni sono stati vittime di organizzazioni islamiche radicali. Alcuni di loro sono ancora sotto la protezione della polizia.

islam-vs-other-religion

Quale è la situazione degli atti antisemiti?
Nel 2012 sono stati segnalati 614 atti antisemiti. Le critiche contro gli ebrei si iscrivono spesso nell’ambito dell’antisemitismo tradizionale.

A livello mondiale i cristiani sono i più perseguitati ma a livello dell’espressione verbale dell’odio le cifre più importanti riguardano gli ebrei.
Le aggressioni fisiche dei non musulmani contro i musulmani sono rare, mentre i casi di aggressioni di ebrei da parte di musulmani sono una realtà.

Perchè si parla di più degli atti contro ebrei e musulmani che non di quelli contro i cristiani?
Perchè il Cristianesimo viene assimilato alla religione del bianco, dell’europeo, del colonizzatore o dell’americano neo conservatore evangelista e allora ecco che raccoglie tutte le critiche. Il Cristianesimo è la religione del cattivo, del crociato, di quelli che hanno conquistato l’America latina e imposto la schiavitù.
Questo aspetto è ben ancorato nell’ideologia degli stessi europei, che portano avanti un determinato numero di idee anti-cristiane che sono il risultato della pura ignoranza.
Vedo spesso delle persone dire “Noi all’epoca delle Crociate”, “Noi all’epoca dell’Inquisizione”.
Hanno integrato una rappresentazione negativa di loro stessi, mentre sovente la realtà è più complessa. Va ricordato che l’Inquisizione ha ucciso meno persone in tre secoli che non tre mesi della Rivoluzione francese sotto Robespierre.