Abbiamo rimosso l’articolo “Preso di mira dal sinistro Caffè – Il dottor Del Don al contrattacco”

Il Caffè querela l’on. Orlando Del Don

Anche il nostro amato Ticinolive non è invulnerabile e di fronte a una minaccia di querela penale deve cedere. L’articolo del dottor Del Don – che a noi era parso un normalissimo articolo di polemica politica – è stato rimosso dal portale. Ciò è avvenuto a seguito della ricezione, in data di oggi, del seguente messaggio:


Egregio Signor De Maria,

Le scrivo a nome e per conto della 2R Media SA e di Lillo Alaimo, rispettivamente editore e direttore responsabile de il caffè.

Ho appreso che il vostro quotidiano online ospita, sotto il titolo “Preso di mira dal sinistro Caffè – il Dottor Del Don al contrattacco”, il lungo commento dedicato al settimanale della 2R Media (di fatto una sequela di improperi ed accuse assolutamente gratuite, quanto generiche) che il deputato demo-centrista ha di recente postato sul suo blog.

Le segnalo che, a dipendenza di quell’articolo, i miei clienti depositeranno oggi stesso al Ministero Pubblico una querela penale nei confronti del Dr. Del Don, riservandosi già sin d’ora un’azione civile di risarcimento del danno.

Poiché – come ben saprà – sul piano civile si rende responsabile ai sensi dell’art. 28 CC e 3 lit. a LCSl chiunque è compartecipe alla lesione, vi diffido a voler rimuovere immediatamente – ed al più tardi entro le ore 14.00 di questo pomeriggio – da ogni mezzo di comunicazione di carattere periodico di cui detenete il controllo e i cui contenuti determinate (in particolare il quotidiano online ticinolive) ogni e qualsiasi commento (indipendentemente da chi ne sia l’autore) suscettibile di ledere l’onorabilità personale e/o professionale dei miei clienti, in particolare – ma non solo – il contributo in oggetto; il tutto dandomene immediata conferma per iscritto.

Diversamente – senza ulteriore preavviso – mi riservo ogni azione giudiziaria nei vostri confronti.

Voglia prendere cortese nota di quanto sopra e gradire distinti saluti.

avv. Luca Allidi