Azione giudiziaria dei repubblicani contro Barack Obama per abuso di potere

La Camera dei rappresentanti americana, a maggioranza repubblicana, ha votato mercoledì 30 luglio l’avvio di un procedimento giudiziario contro il presidente Barack Obama per abuso di potere. Al presidente viene rimproverato di non aver applicato fedelmente la legge sul sistema sanitario.

I repubblicani ritengono che la riforma Obamacare, alla quale si sono sempre opposti e che è stata adottata nel 2010, non sia stata applicata correttamente.
Obama è accusato di abuso di potere, ma il procedimento giudiziario è soprattutto l’espressione di un argomento politico dell’opposizione.

A pochi mesi dalle elezioni legislative di novembre, i repubblicani accusano il presidente di essere diventato un monarca autoritario, che governa per decreti e che interpreta liberamente i testi adottati dal Parlamento.

Obama viene accusato di aver respinto a due riprese l’entrata in vigore di un paragrafo della legge sulla sanità relativo agli impiegati federali : “Il presidente è andato oltre i suoi poteri costituzionali ed è compito della Camera dei rappresentanti difendere la Costituzione – ha spiegato il presidente della Camera John Boehner.