Il Populista Verde s’incontra col Verde Populista

SavoiaLeggo raramente il Caffè, benché sia gratuito, ma domenica scorsa l’ho letto.

Tra i Verdi e Zali un matrimonio che spiazza da destra a sinistra (in prima)

Un asse preferenziale anti Gobbi (a pagina 12, chissà come sarà contento)

Il campione di rally è, come sempre, fantasioso, audace e anticonformista (vuol essere un complimento). È andato dai Verdi per incontrare un leader fantasioso, audace e anticonformista (complimenti anche a lui). Poiché l’ora è tarda mi limito a due sintetiche osservazioni:

— questi Verdi atti al fidanzamento (o al matrimonio) sono – secondo l’opinione comune, alla quale mi accodo – temibili concorrenti elettorali della Lega;

— se Zali finisce davanti a Gobbi, salva almeno la pelle nel caso (orribile) in cui le cose girassero male. E può capitare. Perché quel che racconta Attilio, con la sua bonaria saggezza un po’ paesana e la sua eccessiva sicurezza, non è affatto garantito. Lui non è l’oracolo di Delfi e la sua previsione potrà essere confermata o smentita.

NOTA. Gianni Righinetti ha preannunciato stasera che sul Corriere di domani Rocco Cattaneo, con un articolo “pungente”, attaccherà un consigliere di Stato. Penso che attaccherà Bertoli.