Mattinonline: è ora di chiudere il blog o il sito? – di Sergio Roic

Chiudere il Mattinonline, e magari anche il Mattino (melius abundare quam deficere)? Già che ci siamo, perché non riportare la politica cantonale al 1990 (farebbe comodo a molti…; quanti rimpianti, quanta nostalgia…) ?

Detto questo, Roic non ha tutti i torti. Il sito stesso deve tutelarsi, sorvegliando il blog e intervenendo se necessario.

Roic 123 (3)Alle ore 12.25 di oggi, giovedì 25 giugno, entro nel sito “Mattinonline” e clicco su un articolo in cui si critica una posizione di Ada Marra, consigliera nazionale PS vodese di origini italiane. Nel blog sottostante che contiene i commenti ne leggo due che, “trionfalmente” e orribilmente, fanno bruttissima mostra di sé, postati circa un’ora e mezza prima.

Ecco il contenuto:
1. luca
25 giugno 2015 at 10:54

[… … … , commento inaccettabile, a mio personale giudizio, ndR]

1. civitas
25 giugno 2015 at 10:59

[… … … , commento inaccettabile, a mio personale giudizio, ndR]

Ora, da semplice cittadino, mi chiedo: un sito che tollera e non rimuove simili commenti ha ragione di esistere in un paese democratico dove vige il divieto di insultare gratuitamente?

Mi chiedo anche se gli amministratori di “Mattinonline” controllino ciò che c’è scritto all’interno del sito che, ricordo per chi non lo sapesse, è una piazza virtuale e cioè pubblica.

Mi chiedo anche cosa ne pensano delle mie due considerazioni precedenti i due ministri leghisti Gobbi e Zali, il sindaco di Lugano Borradori ecc.

Mi chiedo pure cosa ne pensa il procuratore generale John Noseda e se ha intenzione di intervenire.

Ecco, io mi sono posto le sopraccitate domande. La popolazione ticinese ha voglia di seguirmi in questo tipo di interrogazioni o le va bene il tono, gli insulti, il razzismo palese e la volgarità che “trionfalmente” e orribilmente fa bruttissima mostra di sé e viene tollerata sul “Mattinonline”?

Sergio Roic