Battaglioni islamisti in guerra contro i ribelli ucraini a Donetsk e Lougansk

dal portale www.blognews24ore.com

ucrainaSul quotidiano New York Times, l’editorialista Andrew Kramer scrive che i battaglioni islamisti Cheikh Mansour e Djokhar Doudaïev, principalmente composti da ceceni provenienti dalla Georgia e dall’Uzbekistan e dai tartari del battaglione Crimea, sono stati ingaggiati dall’esercito ucraino per combattere contro gli insorti filorussi nelle repubbliche di Donetsk e Lougansk.

Questi gruppi sono legati ai nazisti del partito ucraino Pravy Sektor. Il New York Times non ha trovato traccia di un’esplicita implicazione statunitense, malgrado il coinvolgimento della CIA nel coordinamento dei gruppi nazisti e islamisti sia noto.

Per quanto riguarda l’Ucraina, la CIA aveva organizzato un “Congresso anti-imperialista” (leggasi : anti-Russia) nel maggio 2007 a Ternopol, nell’ovest dell’Ucraina. Al meeting avevano partecipato gruppi nazisti ucraini e gli islamisti del Caucaso. Il coordinamento che si era formato aveva portato Dmytro Yarosh (capo di Pravy Sektor) alla presidenza, con la benedizione di Dokou Oumarov, emiro del Caucaso.

Nel dicembre 2013, gli islamisti tartari erano improvvisamente rientrati dal Medio Oriente, dove combattevano contro la Repubblica arabo-siriana per contribuire ad arginare la rivolta di Piazza Maidan.

(Fonte : voltairenet.org)