Inaugurare il LAC smantellando il “Giardino delle sculture” ? – di Martino Rossi

LAC scultureINTERROGAZIONE

Signor Sindaco, Signore e Signori Municipali,

lo scorso 12 giugno, un comunicato stampa del Municipio annunciava l’avvio di una manutenzione straordinaria del Giardino Belvedere di fronte al LAC.

Il comunicato dava alcune indicazioni:
• “trasformazione dell’aiuola antistante il LAC in un grande prato urbano”;
• “le sculture ora sparse lungo l’aiuola saranno ricollocate in altre aree della città”;
• “i lavori di sistemazione del parco termineranno a inizio agosto 2015”;
• “le sculture saranno ricollocate dopo la metà di settembre”.

Per quanto riguarda le sculture (fra cui di Max Bill, Jean Arp, Piero Selmoni, Nag Arnoldi, Bruno Morenzoni,…), che da parecchi decenni rendono originale e di grande qualità il Giardino del Belvedere, il comunicato appariva poco coerente: abbellire altre aree della città (si menzionavano anche le zone periferiche) con quelle sculture per poi riportarle al posto originale dopo due o tre mesi?

La cosa è stata ritenuta poco verosimile da un folto gruppo di artisti, architetti, scrittori e poeti (fra cui Selim Abdullah, Carlo Agliati, Nag Arnoldi, Mario Botta, Paolo Fumagalli, Pierre Casè, Fabio Pusterla, Nando Snozzi…) che hanno sottoscritto un appello – ampiamente ripreso dai media – in cui si chiede al Municipio di tornare sulla sua decisione di disperdere le opere, e di ripristinare la situazione preesistente (appello e firmatari si possono leggere sul sito creato appositamente:
http://sculturelungolagolugano.com/.)

Chiediamo quindi al Municipio:

1. Non ritiene paradossale, alla vigilia dell’inaugurazione del LAC, smantellare il “Giardino delle sculture” del Belvedere antistante il nuovo museo e centro culturale?
2. A quale indecifrabile progetto culturale e urbanistico risponde quella decisione?
3. Sono stati sentiti, prima di decidere, gli autori ancora viventi delle sculture rimosse?
4. Rimane indifferente il Municipio all’appello di artisti, architetti e uomini di cultura di tornare su quella decisione?
5. Il Municipio è disposto a ripristinare il “Giardino delle sculture” in tempo utile per l’inaugurazione del LAC?
6. Altrimenti quando? O mai?

Ringraziamo per una pronta risposta e salutiamo molto cordialmente.

Martino Rossi