Caso Rey: il medico limita le proprie attività – La Clinica Sant’Anna comunica

Sant'AnnaLa Clinica Sant’Anna, in attesa della decisione del Dipartimento Sanità e Socialità DSS, comunica di aver stabilito, in accordo con il dott. Piercarlo Rey, nuove regole sulla sua attività operatoria presso la clinica. Tali nuove regole mirano da una parte a garantire il servizio sanitario necessario alle pazienti del medico e dall’altra a evitare un’ulteriore crescita dello stato di tensione (anche politica*) che l’apparente ritardo nella decisione amministrativa del DSS sul caso dell’errore medico commesso nel mese di luglio del 2014 e lo stillicidio non casuale di notizie e anticipazioni trasmesse all’opinione pubblica da parti interessate ha creato.

Il dott. Piercarlo Rey ha cessato di operare quale medico responsabile in sala operatoria. Si limita ad attività di assistenza, collaborazione e consulenza, rimanendo a disposizione dei colleghi. La Clinica Sant’Anna si augura che l’attesa decisione amministrativa (ma anche quella di chiusura dell’inchiesta penale, che permetterà di chiarire in modo oggettivo i fatti accaduti e di dedurne le corrette conseguenze di carattere penale) possa essere presa al più presto.

(*) Interessante questa annotazione, che sembra alludere polemicamente a un possibile “uso politico” della triste vicenda.