Pamini, l’Isis, il Bataclan e il Far West

Far WestPaolo Pamini, granconsigliere di Area Liberale, è nell’occhio del ciclone (ma si potrebbe anche dire: sulla cresta dell’onda). Lui vuol far sparare i bambini (banalizzo)… così tutti sparano addosso a lui.

Paolo ha voluto provocare ed è felice che la sua provocazione abbia avuto un successo così fenomenale.

Nell’apparente “follia” paminiana risiede un concetto che definisco molto ragionevole. Noi – non io, tu, lui, mio cugino o mia zia: la nostra società – dobbiamo difenderci. Meglio ancora: dobbiamo trovare il modo di difenderci. Eppure ci sono persone che “ragionano” come pecore votate al macello.

Scusate tanto, ma è più pazzo il Pamini con le sue pistole da Far West oppure quelli che dopo 130 trucidati sulle rive della Senna intonano la litania BISOGNA DIALOGARE CON L’ISIS ?

O quegli altri (che sono poi sempre gli stessi) che prima concedono e poi catechizzano: “Ben vero che li decapitano e li bruciano nelle gabbie, MA IN FONDO È COLPA NOSTRA”.

ISIS Tunisia