“Io vorrei che Lugano ritornasse a vivere” – Intervista a Sergio Dell’Acqua

  • “Il mio primo sostenitore è Giorgio Giudici”
  • “L’allarme sulle finanze? Una sceneggiata, solo per attaccare Giudici”
  • “Il PLR ha perso Lugano a causa di una spaccatura interna”
  • “Non ero gradito in via Monte Boglia”

* * *

Oggi intervistiamo l’ideatore di “Lugano per tutti”, l’imprenditore Sergio Dell’Acqua. La sua vivace intervista, ovviamente, è tutta impostata sul “derby”, quell’orribile cosa che fa venire la pelle d’oca a Filippo Lombardi. Dell’Acqua parla di PLR e di Lega, di ReGiorgio Giudici, e molto del LAC. Ne parla in modo scettico e critico ma Ticinolive, che pure ha simpatia per il LAC, non censura nessuno!

Un’intervista di Francesco De Maria.

* * *

Francesco De Maria   Sergio Dell’Acqua, si presenti ai lettori di Ticinolive. Ci parli della sua vita, della sua famiglia, dei suoi studi, delle sue attività imprenditoriali.

Dell'Acqua xySergio Dell’Acqua   A 25 anni ho aperto la banca della FIAT a Nassau, Bahamas, con la carica di Direttore Generale, Presidente della banca era l’Avv. Carlo Sganzini. Ho poi sviluppato altre due banche, ricoprendo la carica di CEO, con filiali in Europa ed in Sud America. Ho lavorato ai massimi livelli, con la carica di CEO, in 4 continenti sviluppando start-ups nei settori della telecomunicazione, industriale e turistico. Ho brevettato sistemi per aumentare la sicurezza dei passaggi pedonali, OKKIO AL PEDONE. Ho portato in borsa a Milano, Lussemburgo e New York realtà industriali. Ultimamente ho creato una piattaforma immobiliare con network mondiale. Parlo italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo. Sposato con 4 figli, 3 laureati ed uno laureando. Il mio secondo figlio, Master in banking and finance, è candidato PLRT per il Consiglio comunale.

Perché si è mosso? Quali scopi si prefigge con la sua Lugano per tutti ?

SDA   Desidero mettere a disposizione della mia Lugano la mia pluriennale esperienza internazionale nei vari settori economici e finanziari e mettere a disposizione della Città il mio network di Investitori internazionali e nazionali.

Chi potrebbe avvantaggiare? Chi potrebbe danneggiare?

SDA   Credo che ruberò un po’ di voti a tutti gli altri partiti.

Lei ha un gruppo di sostenitori accanto a sé?

SDA   Sì, il primo sostenitore è Giorgio Giudici e poi ho un gruppo di imprenditori molto vicini a me oltre a molti giovani che di solito non votano. Inoltre spero nel sostegno degli over 50 ai quali vorrò dare supporto per rientrare nel mondo del lavoro.

Dell'Acqua ReGSi è fissato un “risultato minimo” ?

SDA   Almeno un Consigliere Comunale.

Nessuno dei suoi amici le ha detto “lascia perdere” ?

SDA   Mio padre dopo aver visto il dibattito di ieri sera alla RSI la Due, dopo tutti i municipali si facevano solo complimenti.

Come mai ha cercato un contatto con l’UDC in vista di una possibile candidatura? E come mai non si è concluso l’accordo?

SDA   Il contatto l’ha cercato l’UDC, l’accordo non si è concluso perché non ero gradito in via Monte Boglia.

La Lega ha salvato le finanze del Comune, che nel 2013 erano sul ciglio dell’abisso? O è stata una specie di psicodramma, una sceneggiata?

SDA   Grande sceneggiata, solo per attaccare Giudici. Secondo me già sapevano delle sopravvenienze fiscali che avrebbero sistemato i conti, a 30 giorni dalle elezioni “stranamente” i conti pareggiano. In quest’ultima legislatura non hanno fatto alcun investimento, non hanno creato occupazione anzi la disoccupazione è aumentata come pure le persone in assistenza, questo significa che non hanno generato consumo che è il vero motore dell’economia.

La Lugano delle banche ha vissuto anni (decenni) d’oro. Sono finiti per sempre o qualcosa si potrà salvare? A quella “gallina” dalle uova in metallo lucente quale altro bipede potrà sostituirsi?

SDA   L’era delle banche è finita, inoltre il grande rischio è la BREXIT, se UK esce dall’Europa io sono convinto che Londra diventerà la grande financial off-shore a livello mondiale. Il rischio è che la gallina venga sostituita dalla pecora e si ritorni a fare gli agricoltori.

ReGiorgio e il Nano hanno governato insieme Lugano? Se sì, l’hanno governata bene?

SDA   Hanno governato con progettualità e con l’orientamento verso nuovi investimenti, pertanto dal mio punto di vista un governo che genera investimenti, occupazione e consumo ha governato bene.

Perché il PLR ha perso Lugano?

SDA   Per una spaccatura interna che divide il partito da diversi anni. Ora mi sembra di percepire che per questa prossima elezione il partito, mio storico, si stia ricompattando.

Nel suo programma lei parla molto di “rilanciare l’economia”. Ma come? Con i denari della cassa pubblica?

SDA   Io sono favorevole all’indebitamento se usato per nuovi investimenti che generano occupazione residente e ricchezza. Dimentichiamo il finanziario, Lugano deve attrarre nuovi investitori, nuove aziende industriali, rilanciare il turismo… e qui apro una parentesi (ma chi conosce il direttore di Lugano Turismo e chi l’ha mai visto???),

Consideriamo il Campo Marzio, un vasto appezzamento in buona posizione del quale si è parlato troppo… senza realizzare un bel niente. Quale sarebbe il suo progetto?

SDA   Dare le aree in comodato gratuito per 50 anni a Investitori privati, che sviluppano il progetto, lo gestiscono e poi dopo aver ammortizzato il loro investimento tutto ritorna alla città.

Di quali infrastrutture abbisogna, per davvero, la Lugano dello sport? Indichiamo e quantifichiamo gli investimenti necessari…

SDA   Lugano merita un’infrastruttura sportiva dei alto livello. Anche in questo caso utilizzerei la formula del comodato gratuito da offrire alle grandi famiglie luganesi. Il sogno degli sportivi è di avere uno stadio “SERGIO MANTEGAZZA”.

Che fare del Macello e dei Molinari?

SDA   Non è una priorità per la città. Fintanto che non si trova una buona sistemazione non affronterei l’argomento.

Non possiamo non parlare del LAC, il nuovo “gioiello” di Lugano. So che per lei è un tema importante e so anche come la pensa (mi sono informato). Ma la avverto in anticipo: io ne sono un frequentatore e un sostenitore. Penso che sia una vera chance per la mia Città. Decidere e costruire il LAC è stato un errore?

SDA   Lugano aveva la possibilità di comperare Villa Favorita e sarebbe stato perfetto per la misura di Lugano e anche per l’investimento. La costruzione del LAC ha svuotato le casse della città per dare un’offerta a un numero limitato di persone.Inoltre, cosa ancor piu’ grave, le commesse per la costruzione sono state date a ditte estere invece di far ricadere l’investimento sulle imprese e ditte residenti.

Lei è un uomo d’affari e ama ragionare sulle cifre. Ci presenti le Sue cifre sul LAC, riguardo: a) alla partecipazione del pubblico b) all’impegno finanziario della Città.

SDA   Io vado al LAC dal martedì al venerdì di giorno, lunedi chiuso, quando vedo molte persone sono 5. Sicuramente, dovuto agli sconti e ai biglietti omaggio, gli spettacoli sono ben frequentati, ma non basta. Quanto la città ha speso per il LAC rimane un mistero, 230/240/250 mio o di piu’. Per la trasparenza il Municipio dovrebbe pubblicare il preventivo ed il consuntivo con in dettaglio i nomi delle aziende che hanno ricevuto le commesse per la costruzione. Inoltre il Municipio, sempre in onore della trasparenza dovrebbe pubblicare, visto che è l’investimento che ha vuotato le casse, un Business Plan a 10 anni per poter capire finalmente a cosa andiamo incontro. In assenza di questi due documenti, vado a braccio: supponiamo, come scrive il Mattino, che sia costato 240mio (da verificare, per me di piu’). Sempre sul Mattino, per me attendibile in quanto diretto dal municipale Lorenzo Quadri, è apparso che il preventivo 2016 per la gestione del LAC è di 20mio, a questi 20mio aggiungo 5mio di ammortamento annuale, arriviamo fr. 25mio. Poi diciamo che rimane aperto 313 giorni all’anno, lunedi chiuso, pertanto 25mio diviso 313 giorni significa che per pareggiare i conti il LAC deve fatturare fr. 80.000 al giorno. Ora si vuol fare la furbata dell’Ente autonomo dicendo che verranno sovvenzionati solo 5mio all’anno per la gestione (soldi del contribuente) mentre l’ammortamento e gli oneri finanziari rimangono in carico al Comune ma non viene detto che ogni disavanzo dell’Ente autonomo viene coperto dal Comune. Io sarei molto felice se veramente il LAC fosse una fonte di risanamento della nostra economia. Mostrare il Business Plan per favore.

C’è gente che non esita a scrivere: la gestione del LAC sarà alla lunga insostenibile. Anche lei la pensa così? Se ciò è vero, una soluzione bisognerà trovarla. Ma quale?

SDA   Convinto che la gestione nelle mani di politici non potrà portare molte soddisfazioni, la mia soluzione: affittare il LAC a una società privata con esperienza imprenditoriale e internazionale.

Io le dico: diamo al LAC 3 anni per fare le sue prove, organizzarsi a fondo e sviluppare le sue attività. Poi facciamo i conti: artistici, economici, turistici. Dico bene?

SDA   Giusto dare la possibilità di dimostrare la validità dell’investimento, rimango scettico sulla capacità gestionale dei politici.

Chi sono i governanti del LAC ? Quali le lobby in esso dominanti? Ci sono influenze e interessi politici in campo?

SDA   Sicuramente Giovanna Masoni, che esce dal Municipio e poi rientra come Presidente dell’Ente autonomo per la gestione del LAC.

Una cieca opposizione al LAC (mi permetto di chiamarla così), come quella manifestata da Lorenzo Quadri o da Attilio Bignasca, non è esagerata e/o preconcetta? Veramente il LAC non potrà essere nulla di buono per la nostra Città?

SDA   Io sono sempre stato della medesima opinione di Attilio e Lorenzo, è un investimento sproporzionato per una città di 34.900 votanti.

2016. Siamo al quarto derby (nella concezione del professor De Maria, che può essere ovviamente contestata). La Lega ha vinto nel 2011 (Cantone), nel 2013 (Comune) e nel 2015 (Cantone). Il 10 aprile 2016…

SDA   … … (La domanda mirava a sollecitare una previsione, ma la risposta manca)

Borradori… è un miracolo della politica. È destinato a durare in eterno?

SDA   Marco Borradori è un miracolo di Nano Bignasca e poi ha dimostrato di essere un bravo politico.

Per finire, lei vorrebbe che Lugano ritornasse… liberale?

SDA   Io vorrei che Lugano ritornasse a vivere.

Ieri sera nel dibattito alla RSI, Michele Foletti, ha descritto Lugano come una realtà in crescita, cresce la gente che viene ad abitare a Lugano, crescono le aziende che aprono a Lugano, crescono gli investimenti. Contento di aver udito ciò però mi sfugge qualcosa; se tutto cresce e cresce pure la disoccupazione e la gente in assistenza quale formula economica viene usata?  Pf lasciamo riposare in pace Keynes!

Esclusiva di Ticinolive, riproduzione concessa citando la fonte