Antal Fekete: è in corso una guerra mondiale contro l’oro

Da un’intervista del 13 maggio al matematico ungherese Antal Fekete

(dal portale www.blognews24ore.com)

Antal-Fekete-1024x637“Negli ultimi 2 anni, gli eventi più importanti a livello economico sono stati l’attuazione dei tassi negativi in alcuni paesi, tra cui la Svizzera, il che è incredibile. Credevo che la Svizzera fosse l’ultimo paese a giocare con il fuoco, mentre è tra i primi ad adottare questa misura.

Si tratta dello sviluppo maggiore di questi ultimi due anni, perchè non è un processo naturale. Equivale alla distruzione del capitale, finanziario e fisico. I bassi tassi d’interesse distruggono il capitale perchè tassi d’interesse e valore del capitale evolvono in direzione opposta. Se i tassi d’interesse scendono o sono negativi, i prezzi delle obbligazioni aumentano. Sino a che punto ? C’è una chiara contraddizione, distruttiva a livello di capitale.

Le banche centrali adottano questa strategia perchè – soprattutto nel caso della Svizzera – si cerca di fissare il valore del franco svizzero rispetto alle altre monete. A livello mondiale si assiste a una corsa alla svalutazione, a una corsa verso il fondo. Una follia.

oro 3In questo caos finanziario e economico, l’oro è l’unico antidoto a disposizione, l’unico elemento stabile. Tutti sanno che l’oro è l’antitesi degli Stati Uniti, del keynesismo. I governi e le banche conducono una guerra contro l’oro, il che è comprensibile perchè la creazione artificiale di credito ha raggiunto proporzioni tali da indebolire l’intero sistema. Senza oro, questa decomposizione non può essere fermata, ha già raggiunto uno stadio molto avanzato.

L’oro è importante perchè è l’unica materia prima dotata di un’utilità di margine costante. Ogni altra materia prima o attivo finanziario, quando se ne acquista sempre più, vede scendere il proprio valore e la propria utilità di margine.”

(Fonte : or-argent.eu)