Leggiamo insieme “Russofobia” di Guy Mettan

Russofobia xUna novità assoluta di Sandro Teti Editore (edizione italiana 2016)

* * *

Ciò che paralizza e lascia indifeso il mondo occidentale è il non saper più distinguere il vero dal falso, il bene incontrovertibile dal male accertato. Un numero sempre maggiore di idee differenti, questa dispersione centrifuga provoca l’entropia del pensiero. Cento mule che tirano in ogni direzione non portano ad alcun movimento. Alexander Solgenitzin.

Citazione dal capitolo: “Ucraina 2014, un’agghiacciante acriticità”

* * *

Scrive Nataliya Shtey Gilardoni sulla sua pagina Facebook:

Nat 1111 sm“Con i recenti accadimenti in Ucraina a seguito dell’Euromaidan e le conseguenti reazioni in ambito politico, diplomatico e di opinione pubblica negli USA e in Europa, il tema delle relazioni tra Russia e Occidente, con particolare attenzione alle categorie secondo cui l’Occidente guarda, pensa e racconta la Russia, è di estrema e scottante attualità. Per quali ragioni in Occidente si sono sviluppati dei sentimenti ostili nei confronti della Russia? L’informazione è davvero obiettiva come crediamo? Il saggio dello storico e giornalista svizzero Guy Mettan “Russofobia. Mille anni di diffidenza”, arricchito dall’introduzione di Franco Cardini, cerca di spiegare le origini di questo fenomeno e l’evoluzione nell’attuale pensiero geopolitico.

Ottima lettura per chi desidera conoscere la Russia.”
http://www.sandrotetieditore.it/spip.php…