Politique politicienne – Un pensiero di Francesco Russo

Oggi il Pensiero del giorno va al professor Francesco Russo, un matematico, un luganese, docente in un politecnico parigino, l’ENSTA. Russo è anche “commissario” per la Matematica al Liceo di Lugano 1, che è stata la mia scuola sino al 2008. Un giorno (forse) racconterò ai lettori di Ticinolive di quei miei anni inquieti laggiù (talvolta penso: se avessi avuto il web, se avessi avuto il mio portale, come oggi l’ho tra le mani. Niente. Carta, solo carta…)

* * *

russo-xLo dico con tutta l’umiltà possibile. Il cittadino comune “naif” (come me) ha difficoltà a capire tutte queste acrobazie che gli sembrano giochini di potere. Forse non lo sono e le scelte sono motivate, ma il Municipio non sembra comunicare con chiarezza, spero lo farà presto. L’esclusione di Giovanna Masoni-Brenni appare a prima vista come “punitiva”. Patrizia Pesenti mi é sempre sembrata una valida Consigliera di Stato, ma come mai ora sarà al LAC? E’ una consigliera socialista in quote Lega, ma non é questo il problema. Inoltre perché il CEO di Fidinam? Cosa ci si aspetta da questo Consiglio Direttivo?

* * *

Risposta al mio omonimo e amico Francesco. Grassi rappresenta (idealmente e concretamente) gli imprenditori privati, dai quali il giovane LAC si aspetta molto. La mano pubblica, Francesco, non può – e non deve – fare tutto.