Bertoli fedele interprete del PS-pensiero : tasse, tasse, TASSE

Diamo spazio oggi a un post di Daniele Caverzasio, capogruppo leghista in Gran Consiglio. Non senza osservare che, alla radice di questa faccenda, c’è il famigerato “moltiplicatore cantonale”… di origine non socialista. Noi abbiamo buona memoria!

Sono cambiati, i socialisti. Un tempo volevano fare la rivoluzione, abbattere i tiranni, impiccare “l’ultima papa con le budella dell’ultimo re”. Era, se non altro, un’attività emozionante. Oggi il loro triste programma si riassume in: tasse, tasse, TASSE.

* * *

caverzasio-xyPrendiamo atto come al PS importi poter aumentare più facilmente le imposte a carico dei cittadini. Posizione la loro più che coerente con il PS-pensiero che considera il reddito del cittadino un pozzo senza fondo al quale lo Stato può liberamente attingere quando e come vuole.

Il Ticino, i cittadini e le cittadine che lavorano, le loro famiglie, chi fatica a trovare un impiego, i nostri anziani che hanno raggiunto la pensione dopo aver lavorato tutta una vita, hanno bisogno di tutto fuorché di questa nuova proposta insensata per aumentare le imposte con facilità.

Finché in questo Cantone c’è ancora chi applica una politica di spesa che tende a tenere in frigorifero ostriche e champagne e poi butta il latte del bambino, non si riuscirà mai a raddrizzare i conti dello Stato… Ultimo fulgido esempio di questo è la più che nutrita delegazione ticinese che è andata in passeggiata a Bruxelles!

tasse