Donald Trump e la Corea del Nord : combattimento tra galli

dal portale www.blognews24ore.com

Di fronte alle provocazioni della Corea che annuncia un nuovo missile nucleare intercontinentale, la replica del nuovo presidente degli Stati Uniti lascia perplessi i media.

kim_jong-un_photorealistic-sketchDomenica 1° gennaio, il leader nord coreano Kim Jong un ha annunciato che i preparativi di tiro sperimentale di un missile balistico intercontinentale sono entrati nella fase conclusiva. Un modo, secondo gli osservatori, di fare pressione sul nuovo presidente americano, mettendolo in contatto con il regime nord coreano.

La reazione ufficiale del presidente uscente Barack Obama, per mezzo della portavoce Anna Richey-Allen, è stato il chiedere alla Corea del nord di evitare ogni provocazione e ogni retorica di guerra suscettibili di minacciare la pace e la stabilità internazionale. Al governo nord coreano è stato chiesto di mantenersi conforme agli impegni internazionali.

Per quanto riguarda invece il presidente eletto, Donald Trump, la replica è stata ben diversa. In un primo tempo, Trump ha scritto su Twitter : “La Corea del nord ha appena affermato che è all’ultimo stadio dello sviluppo di un’arma nucleare capace di raggiungere il territorio americano. Questo non succederà!”

trump2-300x173trump-300x161dopo, Trump twitta a beneficio della Cina : “La Cina trae una quantità massiccia di profitti dagli Stati Uniti, attraverso un commercio a senso unico, ma non sarà di aiuto alla Corea del nord. Carino!”

Damian Paletta, del Wall Street Journal, constata come Donald Trump continui a servirsi di Twitter per le sue considerazioni di politica estera. Il giornale cita l’analisi di uno specialista cinese delle questioni americane all’università di Renmin, Shi Yinhong, il quale considera che le reazioni di Trump sono in linea con l’abituale atteggiamento delle autorità americane per quanto riguarda la Cina.

Lo scorso maggio, Trump evocava un incontro con il leader nord coreano Kim Jong un, ma allo stato attuale delle cose è impensabile che questo incontro possa avere luogo. Citando un altro universitario cinese, il professor Wang Sheng dell’université di Jilin, il Wall Street Journal conclude che Pyongyang dovrà adeguare le sue provocazioni allo stile del nuovo presidente.

Il giornale Huffington Post commenta la faccenda con divertimento : “Trump minaccia la Corea del nord e la Cina in 140 caratteri – scrive il giornale, che però fa notare che non è evidente capire cosa intenda Trump con “Questo non succederà!” L’esperto americano di questioni di difesa nazionale, John Schindler, considera che il tweet indirizzato ai cinesi sia stato un errore. La Cina è alleata della Corea del nord, ma a tutt’oggi il governo cinese condivide la posizione delle Nazioni Unite per quanto riguarda la condanna dello sviluppo di armamenti nucleari.

Il New York Times scrive che se la Corea del nord porterà la prova effettiva che il suo missile balistico intercontinentale funziona, si tratterà del primo grande test di sicurezza dell’amministrazione Trump. Il giornale aggiunge che la Corea del sud è molto preoccupata per la possibile replica di Trump.