Capodanno russo a Campione. Un esclusivo Galà con uno spettacolo splendido – Intervista a Rossella Gargano

Sul grande evento che avrà luogo al Casinò di Campione d’Italia la sera del 13 gennaio abbiamo intervistato Rossella Gargano, direttrice della Garbo Management, che organizza la serata.

Un’intervista di Francesco De Maria.

* * *

garganoFrancesco De Maria  L’evento del 13 gennaio dev’essere visto  come puramente “mondano” o riveste un significato più profondo? 

Rossella Gargano  L’usanza di celebrare il Capodanno la notte dal 13 al 14 di gennaio è dovuta al vecchio calendario giuliano, in vigore nella russia prerivoluzionaria e, ancora oggi, ufficialmente riconosciuto dalla chiesa cristiana ortodossa. Per cui questo evento è un ottima occasione per festeggiare capodanno e riunirsi assieme un altra volta. Si tratta certamente di un esclusivo Galà ma è anche un evento reso irripetibile dall’alto contenuto culturale che prevede uno spettacolo unico e accattivante. L’evento ha anche un fine sociale: infatti parte del ricavato verrà devoluto in beneficenza alla Fondazione Nuovo Fiore in Africa.

gargano-1I partecipanti saranno principalmente membri della comunità russa oppure vi aspettate un pubblico più vasto?

RG  L’evento è aperto a tutti: in prevalenza il pubblico sarà russo, svizzero e italiano, con qualche presenza da altri Paesi. La connessione vien da sé, dato il forte legame che per motivi storici unisce il Ticino alla Russia.

Il Capodanno Russo è già stato festeggiato al Casinò di Campione?

RG  Il capodanno russo è stato spesso festeggiato al Casinò di Campione da altre gestioni ma noi intendiamo imprimere una forte discontinuità rispetto al passato riportando l’evento alle sue radici e al suo antico splendore.

gargano-3Quali sono le principali attrazioni che arricchiranno lo spettacolo?

RG  Ci saranno artisti internazionali come la soprano di fama mondiale Olga Romanko, di nazionalità russa, il violoncellista Maxim Beitan, il corpo di ballo Paris Show Bizz e molte sorprese. Importantissima la presenza dell’Orchestra Opera Viva composta da 30 musicisti e diretta dal Maestro Andrea Cupia. Lo spettacolo sarà presentato da Julie Arlin e Manuel Bianchi, molto noti qui in Ticino. Non posso anticipare più nulla ma consiglio a tutti di venire all’evento per vedere di persona!

gargano-4È prevista la presenza di ospiti di particolare importanza? Personalità russe?

RG  Oltre ad importanti presenze istituzionali, ci saranno personaggi dello spettacolo come la ex-velina russa, Vera Atyushkina.

Quali sono gli sponsor della manifestazione?

RG  L’evento prevede sponsor di alto livello tra cui ricordiamo: PKB, Audemars Piguet, Kessel, Provasi, Air Dynamic, etc. In tema di tradizioni, tra gli sponsor abbiamo anche la Diamond ICE, Noble Vodka, autentica vodka siberiana. I partner si trovano tutti sul sito web creato ad-hoc proprio per dare importanza e visibilità all’evento stesso: www.russian-newyear.com.

gargano-5Che cos’è la Garbo Management SA ? Com’è strutturata e come agisce?

RG  Garbo Management SA è una società con sede a Paradiso, attiva nell’organizzazione di eventi di lusso, matrimoni, catering, strategie di marketing e comunicazione. Sotto la mia direzione, agisce un team di collaboratori specializzati e grandi esperti di ogni aspetto.

Quale ruolo assume nell’evento la International Art & Culture Foundation ?

RG  La Fondazione IAC ricopre il ruolo del partner culturale e partecipa attivamente all’organizzazione dell’evento, fornendo un contributo importantissimo, sia per il contenuto di alto livello di cui parlavamo inizialmente, sia per i preziosi e fondamentali consigli sull’organizzazione.

gargano-6Gli ospiti si troveranno “immersi” in un’atmosfera russa? E come questo avverrà?

RG  Musiche, costumi, tradizioni… Lo spettacolo prevede alcuni capisaldi della tradizione russa così come performance internazionali di alto livello. Tutto il resto non voglio svelarlo perché vorrei fosse vissuto direttamente all’evento, con tutte le emozioni del caso.

Lei — se ha visitato la Russia, come ce la descrive?
— Se non l’ha visitata, come se la immagina?

RG  Ho avuto la fortuna di viaggiare molto sia per lavoro che per diletto e sono stata anche in questo meraviglioso Paese. Proprio la ricchezza della tradizione artistico-culturale russa mi ha ispirata nella creazione di questo evento. Sicuramente quest’anno il mio vero Capodanno è russo, quindi non potrò non rivisitarla a breve. A Mosca sono già stata ma non vedo l’ora di visitare San Pietroburgo.

Esclusiva di Ticinolive

Intervista del portale a OLGA ROMANKO (2016)