Ascoltiamo il pastore Niemöller

Questa l’ho sentita oggi in occasione di una interessante conferenza sul “ghetto a 5 stelle” di Theresienstadt. Trascrivo il testo fornito dalla Wikipedia (variante di Bertolt Brecht).

* * *

NiemöllerIl pastore Martin Niemöller divenne un oppositore del nazismo, fu arrestato nel 1937 e imprigionato per otto anni. Sopravvisse alla guerra e morì nel 1984.

Ascoltiamo queste sue parole, divenute famose:

“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare”.