Bellinzona: città regionale, cantonale e nazionale – di Alex Farinelli

da Opinione Liberale, per gentile concessione

Con la nascita della nuova città di Bellinzona in Ticino cambieranno molte cose. Da cittadino non voglio però pensare a quanto succederà al suo interno, per questo ci sono molte persone ben più competenti del sottoscritto, ma piuttosto a quanto cambierà su diversi livelli: regionale, cantonale e nazionale. Partiamo dal primo. A livello della regione delle 3 Valli, la Capitale diventerà l’indiscusso polo di attrazione, e soprattutto il Comune guida per quanto riguarda le dinamiche regionali. E’ fuori discussione che il suo ruolo sarà decisamente più pesante di quello odierno e la gestione di determinati sviluppi dovrà essere rapportata a tutto il territorio: questo con beneficio sia per la Città – pensiamo ad ambiti quali il turismo – sia per tutta la regione che potrà beneficiare della progettualità che solo un grande centro può garantire. Salendo sul piano cantonale, in particolare pensando al 2020 quando AlpTransit collegherà Bellinzona e Lugano in circa 12 minuti, è chiaro che qualcosa cambierà. Da subito a mio avviso questi due poli dovranno intavolare delle discussioni perché entrambi avranno dei benefici se sapranno ragionare in un’ottica di complementarietà reciproca. Non si tratterà infatti di entrare in una contrapposizione che fondamentalmente non gioverebbe a nessuno, quanto invece di unire le forze di due agglomerati che, insieme, conteranno circa un terzo di tutta la popolazione cantonale. Da ultimo con Bellinzona il Ticino avrà due città tra le 11 più popolose della Svizzera, un aspetto tutt’altro che irrilevante. In effetti per il nostro Cantone sarà sempre più importante lavorare su un piano nazionale perché che ci piaccia oppure no molte decisioni vengono prese a livello federale. Poter contare pertanto su due grandi attori cantonali non potrà che essere un indubbio vantaggio. L’auspicio è che la nuova Bellinzona sappia pensare in grande e assumere il suo ruolo appieno non solo sviluppandosi verso l’interno ma soprattutto proiettandosi verso l’esterno. Solo se si saprà ragionare in questa ottica potremo dire che l’aggregazione di Bellinzona è stata veramente un successo: sotto ogni punto di vista.

Alex Farinelli
granconsigliere e capogruppo PLR