Rolf Erb, morte di un bancarottiere

L’imprenditore zurighese Rolf Erb si è spento all’età di 66 anni nel castello di Eugensberg nel canton Turgovia. Erb è stato condannato per truffa, ripetuta falsità in documenti e ripetuta diminuzione dell’attivo in danno dei creditori e doveva scontare sette anni di carcere dopo il fallimento del gruppo familiare zurighese Erb del 2003. Un fallimento clamoroso, avvenuto pochi mesi dopo la morte del fondatore e padre di Rolf, Hugo Herb. La colpa principale dell’imprenditore è stata quella di nascondere l’eccessivo indebitamento per 5 anni consecutivi tra il 1998 e il 2003 causando un buco di oltre 6,5 miliardi di franchi.

Rolf Erb avrebbe dovuto abbandonare la sua lussuosa residenza in Turgovia entro primo maggio e aveva invocato il rischio di suicidio per sfuggire alla prigione ma senza successo.

Non è ancora chiaro se le cause della morte di Rolf sia stato un suicidio o una morte naturale ma gli inquirenti hanno escluso il coinvolgimento di terzi. Tutto il patrimonio e la magione di Erb sono stati intestati ai suoi due figli poco prima del fallimento.