L’arte di Maria Balanovskaya e la musica di Omer Netzer nella sera di Sabato Santo al Rivellino – Fotogallery 1

La foto di copertina è di David Cuciz

È stato un evento brillante e gli assenti (in questo caso) hanno avuto torto. Arminio Sciolli ha creato “Fly to Yalta!” per Maria Balanovskaya, artista della Crimea ma venuta da Berlino con le sue ultime opere. A elettrizzare i presenti ci ha pensato, venuto da Israele, la star rapidamente ascendente Omer Netzer, cantautore chitarrista.

Noi rispettiamo ed apprezziamo la cultura ufficiale, che frequentiamo diligentemente, ma non possiamo celare il nostro amore per questo Rivellino libero, trasgressivo, anticonformista, senza soldi ma con una magica atmosfera, la piccola fortezza-caverna, l’icona maestosa e tutelare di Leonardo, il risotto giallo di Francone e parecchie donne non prive di fascino (litote).

Ieri ricorreva il 565° anniversario della nascita del Genio Sublime. L’abbiamo onorato e abbiamo sentito il suo sguardo penetrante fin dentro le ossa.