Presunta spia elvetica arrestata in Germania

Qualche giorno fa un presunto 007 elvetico era stato arrestato in Germania con l’accusa di avere spiato funzionari del Fisco di Berlino. Era sospettato “di lavorare per i servizi di intelligence di una potenza straniera dall’inizio del 2012”. Il compito del presento agente, identificato come Daniel M., sarebbe stato quello di spiare i funzionari che indagano sui cittadini tedeschi che portano illegalmente capitali in Svizzera.

Da sospettato il 54enne svizzero e ora incriminato. Il suo avvocato Valentin Landmann comunica che la procura ha accusato lo svizzero di aver agito a favore del Servizio delle attività informativa della Confederazione (SIC). Non è chiaro se l’accusa sia giustificata ma Landmann ha dichiarato che il suo cliente “certamente non si è dedicato a indagini del genere solo per hobby”.

I risvolti politici di questa situazione si fanno già sentire, il ministro delle Finanze del Nord Reno Westfalia Norbert Walter-Borjans ha commentato “Se questa storia si dimostrasse vera, sarebbe uno scandalo”.