La “Strada dei Polacchi” tra Arcegno e Golino fu costruita 75 anni fa – di Jean Olaniszyn

Losone, 1942-2017

 75.mo anniversario della “Strada dei Polacchi”, la strada fra Arcegno e Golino costruita dagli internati polacchi durante la Seconda guerra mondiale.

 La “Strada dei polacchi” tra Arcegno e Losone costruita dagli internati polacchi, inaugurata nel 1942. Sulla roccia è visibile lo Stemma della Polonia (l’Aquila Bianca, in polacco “Orzeł Biały”).

Figlio di uno di questi militari, voglio ricordare e omaggiare, oltre a mio padre Antoni Olaniszyn, tutti i 450 internati polacchi (e ucraini) che hanno contribuito con il loro lavoro allo sviluppo della regione, come anche dichiarato a suo tempo da Alfredo Soldati, munici­pale e capo Dicastero cultura del comune di Losone, in occasione dei festeggiamenti nel 2012 per il 70.mo anniversario della strada da Arcegno a Golino costruita dagli internati militari polacchi ospitati nel campo di internamento in località Arbigo, dove nel 1949-50 è stata costruita la caserma militare: militi granatieri fino al 1973, poi militi sanitari, e oggi trasformata in centro accoglienza per asilanti.

I militi dell’armata polacca internati a Losone, oltre a creare la strada tra Arcegno e Golino, hanno anche bonificato i circa 100 ettari costituenti i “Saleggi” e le “Gerre”, ciò che ha permesso verso la fine degli anni Quaranta un radicale cambiamento della zona, plasmando l’importante sviluppo agricolo dapprima e poi quello turistico e industriale. Difatti, oltre alla vendita del terreno per edificare la Caserma, è stata possibile la creazione della più importante azienda agricola di Losone, operativa fino alla realizzazione del Golf e più a nord dall’insediamento della zona industriale detta dello “Zandone” realizzata in collaborazione con il Comune, senza dimenticare sempre in zona Zandone il grande Campeggio (oggi camping Melezza) e la Scuderia dei cavalli delle Gerre.

Jean Olaniszyn (a destra nella foto  della “banda”, scattata nell’ “antica casa Crivelli” di Pura)