Elezioni amministrative in Italia: l’amara sconfitta del M5S

Grande sconfitta per il Movimento 5Stelle che non vince in alcun capoluogo e non va al ballottaggio nelle grandi città. Clamorosi i casi di Genova, Palermo e Parma dove il Movimento non esiste quasi più. Il distacco dai candidati di centrodestra e centrosinistra è più che consistente.

La voce ufficiale del movimento, Beppe Grillo, per ora tace e non fa alcun commento a caldo. La situazione è molto diversa rispetto a quella che si era registrata l’anno scorso quando i grillini avevano conquistato Roma e Torino.

La sconfitta più amara è probabilmente quella di Genova, nella città del leader Beppe Grillo infatti al ballottaggio andranno il manager Marco Bucci (centrodestra) e il candidato del centrosinistra Gianni Crivello. A Parma invece i candidati sono il sindaco Federico Pizzarotti (cacciato dal Movimento circa un anno fa) e l’ingegnere del centrosinistra Paolo Scarpa. Anche nella capitale siciliana trionfano i due candidati del centrodestra e del centrosinistra, nulla da  fare per il pentastellato Ugo Forello, già noto alla cronaca per una registrazione discutibile riguardante la gestione di un’associazione.