La polizia tedesca ordina: “Non dite la verità sul terrorismo islamico!” – Onore a Marcello Foa (ma anche a Fabio Pontiggia)

MARCELLO FOA   Il Corriere del Ticino  [20 giugno, seconda e terza pagina] ha pubblicato un documento riservato della polizia criminale tedesca intitolato: «Come agire in presenza di attacchi terroristici” ovvero quale notizie dare ai giornalisti.

Ne esce un quadro sconcertante di diffusa manipolazione delle notizie sugli attentati commessi dall’Isis. La polizia tedesca non solo è autorizzata a tacere ma a creare “racconti credibili agli occhi dell’opinione pubblica”. Ovvero Post Verità di Stato.
Per non disturbare la Merkel nell’anno elettorale.

Spiego tutto in questo post: http://bit.ly/2rRjAR5

* * *

Leggendo questo testo sconvolgente (che doveva rimanere segreto, sì, certo, segreto) si scopre la sistematica falsificazione di Stato (di quello Stato che vien detto, follia della parola umana!, “democratico”) e una ripugnante manipolazione dei cittadini.

Foa non ha avuto paura (e neppure ne ha avuta il Corriere). Questo lucido e scomodissimo giornalista, villanamente apostrofato sul web da Marco Jermini e Franca Hunziker Verda (tanto per non far nomi), ci spiega come agisce la “nuova” Germania, ormai redenta dagli antichi peccati.

IL BLOG DI MARCELLO FOA