L’errore fondamentale di Natalia – Vedette dello schermo, ma in un’intervista goffa e infelice

Ci segnalano dall’area francofona (grazie!) un’importante intervista (13 minuti) concessa dalla deputata PLR Natalia Ferrara alla Rts.

Immagine RTS

Il senso praticamente unico ed univoco (stiamo alla sostanza) dell’intervista è il seguente: “Concedendo il consigliere federale al Ticino, si colpisce la Lega. Non concedendo il consigliere federale al Ticino si favorisce la Lega”.

Sembra dunque che il centro della questione non sia la (auspicabile) rappresentanza del Ticino in seno al Governo federale, o addirittura il buon governo del Paese… ma il fatto di assestare una botta in testa alla Lega, questi ex disperati, “descamisados” che hanno fatto (troppa) fortuna e che sono diventati eccessivamente ingombranti. Il tutto condito abbondantemente con le solite deprecazioni sul Ticino “chiuso”, dal clima politico “deleterio”, eccetera, somministrate a un’intervistatrice più che servizievole, disposta a sorridere con ogni parte del viso e del corpo.

* * *

https://www.rts.ch/play/tv/l039actu-en-video/video/la-deputee-plr-tessinoise-natalia-ferrara-dans-le-grand-entretien-de-forum?id=8731157

Il clou dell’intervista (a nostro avviso) scatta al minuto 6′ 34”.

“Che cosa succederà se il prossimo consigliere federale non sarà ticinese?”

“Una catastrofe!”

“… Cioè?” L’intervistatrice mostra (o finge) stupore.

“In Ticino abbiamo persone capaci [con rif. al PLR, ndR]. Dobbiamo avere il prossimo consigliere federale.”

“La Lega ogni settimana, ogni giorno ha la possibilità di dire che Berna dimentica il Ticino. Ma l’elezione di un ticinese dimostrerà che questo non è vero. In caso contrario… ci potrebbe essere una Brexit…”

(mostrando o fingendo sbalordimento) “Ticinexit?”,  eccetera eccetera.

 

Ecco dunque il vero motivo! Volendo prendere Natalia (garbatamente) in giro, si potrebbe controbattere così:

Eleggendo GOBBI, che dopo tutto candidato era, si sarebbe potuto dimostrare che il Ticino non è dimenticato e quindi infliggere un duro colpo alla Lega!

Nell’intervista, oltre al PLR, c’è SOLO la Lega: niente democristiani, niente PS. Una sorta di presenza ossessiva.

Un giorno un Liberale chiese a un Leghista: “Come mai andate sempre avanti?” Il Leghista, dopo aver riflettuto, rispose con un sorriso: “Forse perché voi… parlate sempre di noi!”

In conclusione: una prestazione particolarmente infelice, addirittura controproducente. Ma ci sarà sempre qualcuno incline a pensare: che idea geniale!

 

 

 

  • Eros N. Mellini

    Perfettamente d’accordo, Francesco. C’è poi un’altra cosa che mi dà fastidio (ma è un difetto non solo di Natalia Ferrara, ma di un sacco di Ticinesi) ed è la mania di voler parlare il francese con la erre arrotolata – che, se non è naturale, è totalmente inutile – quando poi si sbaglia la pronuncia delle parole. Chi dice che la erre arrotolata sia una regola della lingua francese? I cittadini di Perpignan (o di Marsiglia) parlano benissimo il francese senza sforzarsi in un esercizio che, se innaturale, ha il solo effetto di farti sputare come un lama addosso all’interlocutore.