Aymone Poletti a Venezia. Un’opera composta di 500 gusci d’uova bolliti

È in corso a Venezia (sino al 5 agosto) al 1830 di Fondamenta San Gioacchin, sestiere di Castello, la mostra personale dell’artista luganese Aymone Poletti, che partecipa al progetto “VAP Venice Art Project”, in collaborazione con la galleria Artrust di Melano. La personale s’intitola  “PRECIOUS – Memory\Growth/Life”; vi vengono presentate le ultime creazioni dell’artista: una installazione site-specific e fotografie lavorate al sale nonché installazioni di più piccole dimensioni.

Nella cella frigorifera d una vecchia becarìa restaurata si trova un’opera composta da gusci di uova bolliti per giorni con miscele di sali e di inchiostri. Sono necessari circa 500 gusci e frammenti di uova per creare questo universo ai piedi del pubblico. Si tratta di una metafora: il lavoro per trasformare queste uova è paziente e delicato, come lo è il costante impegno degli artisti che, nel loro personale lavoro di ricerca, necessitano di tempo e di dedizione per la realizzazione dei loro progetti. Ritorna, dunque, anche il tema della biennale di quest’anno: “viva arte viva”.

Ringrazio l’amico Giorgio Foppa, che ha visitato la mostra e mi ha inviato questa fotografia.

PRECIOUS
Memory\Growth/Life
8 luglio – 5 agosto 2017
Venezia, sestiere di Castello
vernissage sabato 8 luglio ore 17.00

VAP Venice Art Project di Edoardo Cimadori
Mostra di Aymone Poletti presso
1830 di Fondamenta San Gioacchin, Castello 30122 Venezia

Orari: mercoledì-domenica 15.00-19.00