La guerra della Civica – Angolo letterario di Ticinolive – La fiaba meravigliosa di Collodi

Scrive ALBERTO SICCARDI sul Corriere di oggi:

Se è vero che “verba volant sed scripta manent” allora vi ricordo che sul CdT del 16 maggio scorso (cioè 13 giorni prima della votazione in Gran Consiglio) in un articolo a pagina 8 si legge:

In caso di esito positivo in Gran Consiglio, Siccardi afferma di non voler ritirare l’iniziativa. “Vogliamo andare a votare, è importante che la gente si esprima. Inoltre, chi ci ha dato la propria firma per la riuscita dell’iniziativa potrebbe non essere d’accordo con questo testo di legge, perché non rispecchia completamente l’iniziativa”.

Quindi è vero l’esatto contrario di quanto ad esempio Giorgio Fonio ha dichiarato alla TV dopo il comitato del PPD.

NIENTE BUGIE PER FAVORE

* * *

dal capolavoro immortale di Collodi, ecco la Fata dai capelli turchini:

La Fata lo guardava e rideva.

– Perché ridete? – le domandò il burattino, tutto confuso e impensierito di quel suo naso che cresceva a occhiate.

– Rido della bugia che hai detto.

– Come mai sapete che ho detto una bugia?

– Le bugie, ragazzo mio, si riconoscono subito! perché ve ne sono di due specie: vi sono le bugie che hanno le gambe corte, e le bugie che hanno il naso lungo: la tua per l’appunto è di quelle che hanno il naso lungo. (cap. XVII)