L’esternazione di Fabio Regazzi nel pieno della crisi: “Chi di dovere prenda delle decisioni. La situazione è grave”

La pressione mediatica è cresciuta a livelli angoscianti, favorisce il panico e semina zizzanie. A nostro avviso siamo prossimi al punto di rottura. Alla fin fine la decisione la prenderà… il PPD stesso.

La Commissione parlamentare d’inchiesta potrebbe durare 8 mesi? Magari. Ma questo stato frenetico senza requie attizzato… molto, molto di meno.

* * *

“I nostri aderenti non percepiscono una volontà di uscire da questa situazione. La vicenda Argo 1 potrebbe darci un colpo molto importante con conseguenze difficili di immaginare, un ridimensionamento ulteriore della posizione del nostro partito, che potrebbe non essere più la terza forza politica a livello cantonale. Sarebbe deleterio. Il mio auspicio è che chi di dovere si interroghi sulla nostra situazione e prenda delle decisioni. Se avessi davanti Fiorenzo Dadò gli direi che la situazione è grave. E che lasciare andare avanti le cose in questo modo, non risolve i problemi”.

Fabio Regazzi