No Billag – Le frottole del Barone di Münchhausen (e l’inclemenza di Tito)

Oggi il Pensiero del giorno viene assegnato con pieno merito all’avvocato Tettamanti, maître à penser della Destra liberale. Egli enuncia, in un articolo di straordinaria efficacia pubblicato oggi nel CdT, alcune semplici verità che faranno digrignare i denti in quel di Comano.
Per la campagna servirà un leader? Sicuramente. Ma è ozioso perdere il tempo a domandarsi chi!
* * *
La SSR si vanta continuamente della sua funzione di coesione in Svizzera. È una frottola da Barone di Münchhausen contraddetta anche dai dati degli ascolti interregionali, ma in ogni modo semmai questo era il momento di mettere in atto con l’indispensabile intelligente modestia sforzi di comprensione e mediazione. Aprire veramente un dibattito sulle necessità, struttura e ruoli del futuro con chi per ragioni anagrafiche questo futuro rappresenta.

Purtroppo l’allora direttore generale de Weck, uomo colto ma intellettualmente arrogante e ideologicamente condizionato (giudizi non solo miei ma che si possono leggere nella stampa svizzera), ha preso l’iniziativa dei giovani quale pretesto per una guerra di religione. Guai a chi tocca la SSR. O vittoria o morte.
Tito Tettamanti