Al Moncucchetto – Dany Stauffacher presenta ai giornalisti San Pellegrino Sapori Ticino 2018

È sempre bello salire al Moncucchetto, da Lisetta Niccolò Lucchini, la fattoria di Botta attorniata dai vigneti di città; luogo ideale per incontri conviviali raffinati ma anche per una conferenza stampa importante e affollata.

Dany Stauffacher ha raccontato ai giornalisti le meraviglie della dodicesima edizione di S. Pellegrino Sapori Ticino. Accanto a lui Barbara Gibellini direttrice generale del Principe Leopoldo e Luca Pedrotti dell’UBS, sponsor principale del grande evento.

Sono rimasto, lo confesso, impressionato dalla complessità e dalla ricchezza della manifestazione, che senza alcun dubbio esige un enorme impegno organizzativo. Vasta internazionalità, alto livello gastronomico (e sociale), il nome del Ticino che si diffonde nel mondo. Che cosa vogliamo di più?

* * *

S.PELLEGRINO SAPORI TICINO 2018: LE CUCINE DEL MONDO

21 appuntamenti

10 grandi cene con Chef internazionali

dal 9 aprile al 17 giugno

La dodicesima edizione di S.Pellegrino Sapori Ticino apre le sue finestre sul mondo e porta in Svizzera i sapori lontani ed esotici di diverse cucine internazionali. Protagonisti della nuova stagione del festival enogastronomico ticinese, saranno infatti 10 grandi Chef che, tra Asia ed Europa, racconteranno i piatti gourmet delle loro tradizioni culinarie.

Nuovi piatti, ma una ricetta che rimane la stessa da 12 anni: un parterre di 27 stelle Michelin per 21 eventi in prestigiose location del Canton Ticino e della Svizzera, dove l’eccellenza dell’enogastronomia sarà il filo rosso dei diversi appuntamenti gourmand. India, Giappone, Maldive, Francia, Danimarca, Spagna, Slovenia, Germania, Italia e, naturalmente, Svizzera: a rappresentare gli stili di cucina di questi Paesi sono stati scelti grandi nomi del panorama gastronomico internazionale che potranno contare sul virtuoso abbinamento con eccellenti etichette vinicole locali e non solo. ͞

Quest’anno abbiamo voluto portare in Canton Ticino un assaggio di quelle che sono le tradizioni culinarie di Paesi lontani, naturalmente in chiave di alta gastronomia͟ci ha spiegato Dany Stauffacher, patron del Festival,͞in tempi come i nostri, nei quali la cucina etnica è una realtà sempre più all’ordine del giorno, abbiamo scelto di aprirci al mondo invitando grandi Chef internazionali che, quest’anno più che mai, rappresenteranno stili, usanze e sapori sempre diversi tra loro.

Un’edizione ricca di spunti e cultura come non mai, voluta non a caso proprio per il 2018, anno che vede Lugano diventare Città svizzera del Gusto͟. S.Pellegrino Sapori Ticino, infatti, solo per quest’anno sarà uno degli appuntamenti di Lugano Città del Gusto. La capitale ticinese, infatti, è stata scelta per il 2018 dalla Fondazione della Settimana del Gusto come capoluogo nazionale dell’enogastronomia e, tra il 13 e il 23 settembre 2018 proporrà eventi, mostre, workshop e tanto altro.

S.Pellegrino Sapori Ticino 2018 parte con le serate oltre Gottardo il 9 aprile a Zurigo presso Widder Hotel, l’11 aprile a Berna presso l’Hotel Schweizerhof & Spa e il 16 aprile a Ginevra presso il Beau-Rivage Genève, dove gli Chef ticinesi saranno ospiti degli esclusivi alberghi del gruppo Swiss Deluxe Hotels, un gruppo che riunisce la quasi totalità dei migliori hotel cinque stelle lusso della Svizzera. Queste cene di gala inaugurano la manifestazione con l’intento di promuovere l’enogastronomia ticinese di qualità, grazie alla partecipazione di alcuni dei migliori Chef locali come Lorenzo Albrici, Andrea Bertarini, Mauro Grandi, Egidio Iadonisi, Andrea Muggiano, Frank Oerthle, Dario Ranza, Mattias Roock, Domenico Ruberto, Ambrogio Stefanetti con la collaborazione dei padroni di casa Tino Staub, Silvan Durrer e Dominique Gauthier.

Ticinolive seguirà la rassegna, per approfondire il tema dell’alta gastronomia e della cultura insita nei cibi e nella cucina dei popoli del mondo.