“Il coaching non può fallire. Da Los Angeles vi spiego perché” – Intervista alla dottoressa Elena Pezzini

Quest’oggi proponiamo ai nostri lettori un’intervista… intercontinentale. Che cosa fosse esattamente il coaching non lo sapevamo. Adesso però sì (da principianti). La dott. Pezzini è una leader nel coaching, solidamente affermata, e gestisce una sua propria azienda. Vive e opera a Los Angeles (ma tra poco arriverà per un convegno a Roma). 

In queste cose, si sa, l’America è avanti a noi. Ma possiamo impegnarci e imparare. La prima cosa da fare… è informarsi bene.

Un’intervista di Francesco De Maria.

* * *

Francesco De Maria  Alla base del “coaching” ci sarà indubbiamente una teoria.

Elena Pezzini  Certo, alla base del “coaching”, c’è  la teoria, secondo la quale, senza “Azioni”, la persona non progredisce, o si evolve, o si sviluppa, con i propri desideri, sogni, visioni, obiettivi, ecc. Il Coaching complementa  la psicoterapia, invece di sostituirla. È’ basato sui principi della PNL (“programmazione neuro-linguistica” o la lingua della tua mente).  www.HaiPotere.it insegna vari metodi, di cui 1 è a 6 passi (cosa vuoi, perché e perché no, come, azioni, ricompensa, impegno).

Chi l’ha elaborato?

Il coaching e la sua teoria iniziale siano state elaborate in accademia, successivamente nello sport, poi nelle aziende ed infine in casi di persone private, individuali, 1 a 1.

Quanto tempo fa?

Tra gli anni ’70 e ’80, quando gli Stati Uniti capirono il potenziale del coaching nel settore imprenditoriale, conclusero che  è essenziale per supportare e aiutare i manager a raggiungere i loro requisiti di performance. Il primo uso del termine “allenatore” o “coach”, in connessione con un istruttore o addestratore, è apparso verso il 1830, nel gergo dell’Università di Oxford, con un tutore per “preparare” uno studente ad un esame. La parola “coaching” ha quindi identificato un processo  utilizzato per portare le persone da dove si trovano a dove vogliono essere o andare. Il primo uso del termine, in relazione allo sport, avvenne nel 1861. Storicamente lo sviluppo del coaching è stato influenzato da molti campi di attività, tra cui l’educazione degli adulti, il Movimento del potenziale umano, gruppi di formazione sulla consapevolezza, dei gruppi come “est” (Erhard Seminars Training), studi di leadership, sviluppo personale e psicologia.

Che cosa può fare un “coach” per una persona che si rivolge a lui?

Ogni area della vita può essere una priorità e rafforzata partendo da un livello basso fino a un livello alto. La maggior parte delle persone vuole raggiungere la libertà: sia la libertà finanziaria che la libertà di tempo (o tempo libero). Tutte le aree delle persone, che ricevono il coaching, diventeranno equilibrate e funzioneranno in sinergia. Diciamo che il coach si assicura che stai padroneggiando le abitudini di successo, come applicare un sistema di amministrazione del denaro, il condizionamento della ricchezza, la gestione del tempo con il calendario degli  impegni, mantenere l’energia e bilanciare tutte le relazioni con le persone. Il coach si accerta che investi i risparmi e ricevi reddito passivo (rendite automatiche), attraverso gli investimenti. Inoltre, il coach ti aiuta a sistematizzare tutto il tuo reddito, che diventa veramente passivo,  permettendoti di  “andare in pensione”, se lo desideri. Ricorda che tutte le persone (coach inclusi) hanno bisogno di un coach nella lorovita, per continuare ad avere davvero successo, perché è natura umana “rallentare”, senza un coach professionale al quale  dai la parola, sulle tue tempistiche, cioè quali azioni completerai ed  entro quando.  Anche perché ti serve un punto di vista oggettivo, una “cassa di risonanza”, uno “specchio”, con cui è possibile vedersi. Il coaching è la colla che tiene insieme le aree della vita. Hai bisogno di coaching per implementare tutto ciò che impari, acquisisci e conosci. Il coaching velocizza i risultati nella vita. Se lasciato da solo, senza un coach, sarà molto difficile e quasi impossibile avere lo stesso calibro di risultati. Hai Potere offre programmi molto accessibili, considerando l’alto valore che danno e producono.Il coaching sono le scarpe per correre  durante una maratona! 🙂 L’universo è abbondante. Ti meriti tutto. Tutte le persone di successo hanno allenatori! Il coach è il tuo migliore amico e crede in te incondizionatamente e fa sì che anche tu credi in te stesso allo stesso modo. Al bravo coach piace tanto lavorare col cliente (coachee)  e gli piace vedere il suo successo. In altre parole, ti impegni (in inglese: “accountability”) a raggiungere mete specifiche, entro date prestabilite. Il coach studia insieme al cliente il piano  ideale per completare azioni che portano a risultati. Questo trovare le strategie  migliori e’ anche un brainstorming, mastermind o mindset!

Ulteriore spiegazione a: www.HaiPotere.it e https://haipotere.it/termini-e-condizioni

Ecco alcune tipiche domande che, il coach certificato di “Hai Potere” fa ai propri clienti:

– quali sono le tue mete?

– qual’è la meta più importante e perché ti sta veramente a cuore?

– in quanto tempo vuoi raggiungerla?

– cosa ti serve per agire ora e andare avanti passo per passo?

– a cosa sei disposto a rinunciare pur di raggiungere la tua meta?

– cosa ti spronerà ad andare avanti quando il cammino si farà tortuoso o    faticoso?

– come saprai quando avrai raggiunto l’obiettivo?

– come ti sentirai quando avrai raggiunto la tua meta?

– come cambierai la tua vita quando avrai raggiunto la meta?

– quanto ti costa in tempo di settimane, mesi o forse anni posticipare la sua realizzazione?

– quanto ti costa in denaro, energia, e relazioni, posticipare la sua realizzazione?

Di nuovo, ripeto, a sua volta, anche ogni coach di “Hai Potere” lavora coi propri coach personali, life e business coach, che aiutano, incoraggiano e alcune volte “bacchettano” o puniscono, affinché il piano sia seguito. È impossibile fare tutto da soli, senza perdere la salute.I coach di “Hai Potere” non vogliono mettere sotto pressione, ma desiderano creare una chiarezza cristallina per l’amato cliente e vedere esattamente e specificatamente quello che e’ possibile raggiungere, quando si vuole.

Che cosa NON può fare un coach?

Come spieghiamo ad www.HaiPotere.it i termini “coach”, “mentore”, “psicoterapista”, e “consulente”, sono, per definizione, diversi. Sono complementari o si completano a vicenda. E’ possibile che una persona sia 1, 2, 3 di questi, o tutti e 4, ma non c’è  l’aspettativa. Per esempio, dott.ssa Elena Pezzini e’ coach e mentore per le persone che vogliono essere amministratori delegati di un’azienda di programmi di coaching, di un’accademia di certificazione di coaching, manager di un’azienda a no profit e PhD in psicologia di un’ azienda internazionale e  consulente aziendale.

Matilde Vigilante, CFO di Hai Potere, è coach certificata e  mentore per persone che vogliono essere, sia coach certificati, che consulente ed advisor finanziario, pianificatore economico patrimoniale e personale ISO-WISE (norma UNISO 22222:2008).

Trova altri esempi a:

https://haipotere.it/coaches/

Lei ha una sua organizzazione?

Si, la corporazione è Italo-Americana, con la prima base negli USA. Si chiama YouHaveGotThePower.com ed in Italiano HaiPotere.it  e i due  siti stanno per essere fusi insieme.

Com’è strutturata?

L’azienda offre due  principali tipi di servizi:

— Certificazione per diventare Coach Certificato Professionale con Specializzazione unica: RichCoachAcademy.it

— Programmi di coaching per individui e gruppi: https://haipotere.it/negozio/

C’è un “Capo-coach” che tiene tutti i coach aggiornati ed addestrati con nuovi “standards dell’industria”. Ci sono Sr Coach che seguono i Jr Coach.

Troviamo clienti con un marketing che include:

Affiliazioni: https://haipotere.it/affiliazione

JVs: ipowerteam.com ecc

Una % dei ricavati va in beneficenza: https://haipotere.it/donazioni/

Il personale che lei impiega quale formazione ha?

I Coach di Hai Potere sono certificati con:

RichCoachAcademy.it

e hanno molto successo come Coach Specializzati nella  loro vita professionale.

l personale è formato direttamente da lei?

I coach di HaiPotere.it sono formati sia dalla dott.ssa Elena Pezzini che  dal Team di Hai Potere e dalle JVs di Hai Potere.

I coach hanno varie specializzazioni?

Si, i coach hanno varie specializzazioni. Questo è il requisito. E l’unicità che dà più performance al mercato Italiano

Quali esattamente sono le varie specializzazioni?

Le varie specializzazioni dei Coach sono: Coach per le finanze, business, sport, salute, arte, industria dello spettacolo, network marketing, imprese edili, mercato azionario, ecc. I coach di Hai Potere, coprono quasi tutti i settori. Esemplificati dai video: https://www.facebook.com/pg/HaiPotere/videos

Oppure www.haipotere.it/youtube

Mi faccia l’identikit di una tipica persona che ha bisogno di un coach.

Dalla nostra esperienza, tutte le persone hanno  bisogno di un coach. Soprattutto le persone che pensano di non averne bisogno, dovrebbero essere le prime ad assumere un coach! Per sintetizzare, vogliamo aiutare le persone che vogliono accelerare i tempi dei risultati, che vogliono migliorare il “management” di tempo, energia, denaro e relazioni, cioè  in tutte le aree della loro vita.

Si possono trovare ulteriori informazioni a:

https://haipotere.it/faq/

Una persona che soffra di disturbi della personalità può rivolgersi a un coach?

Una persona che soffre di disturbi della personalità può rivolgersi a un coach, ma ha anche bisogno contemporaneamente di psico-terapia clinica, e di una nota scritta  dal medico, in cui si dica che lo stesso è consapevole che il cliente ha un coach. Come dicevamo sopra, sono complementari. La psicoterapia si concentra nel superare traumi passati e il coaching si focalizza sul presente per migliorare anche il  futuro.

Mi faccia un esempio delle modalità di intervento di un coach su una persona che si sente emarginata e fallita.

Innanzitutto, il fallimento non esiste. Esistono solo risultati. Sono gli umani che etichettano questi nomi e queste definizioni. Nel  grande schema, esiste solo allontanarsi o avvicinarsi ad una meta, anche in un percorso  a “zig-zag”, cioè non lineare. E’ importante correggere il percorso con un nuovo piano o una nuova strategia (sono come le infinite strade che  portano a “Roma”), ma è fondamentale  continuare ad agire.  Il fallimento sarebbe fermarsi e non far nulla. Ci emarginiamo e ci chiudiamo in noi stessi. Come esseri umani (gregari) abbiamo bisogno di socializzare interagendo tra di noi  e perciò è di vitale importanza, imparare ad avere relazioni positive, affettuose e  di successo.

Il coaching può mancare il suo obiettivo? Quando accade, perché?

Se il cliente, o persona che riceve coaching, non raggiunge l’obiettivo prefissato, è consigliabile  cambiare strategia e azioni. Quando  l’obiettivo e le azioni sono  troppo grandi da completare,  allora si utilizza la tecnica  dello  “spezzettamento” si riducono a  piccoli e  fattibili passi, affinchè l’obiettivo sia raggiunto. Si aggiungono ricompense e celebrazioni dopo il completamento di ogni passo. In conclusione, è importante: “undercommit and overdeliver”, cioe’ tenere l’obiettivo ridimensionato,  realistico e poi, dopo averlo realizzato si lavora per superarlo ! Questi modo di lavorare rinforza la psiche, l’autostima, crea energia e vibrazioni alte, sinergia, momentum, cioe’ tutto cio’ che porta ad ottimi risultati nella realtà.

Quanto costa avere un coach?

Il coaching di gruppo (live, non registrato) è compreso tra i  10 e 20 euro per sessione o chiamata. Il coaching individuale (live, non registrato) è compreso tra i  50 e 100 euro per sessione o chiamata. Con Hai Potere, hai un lead life coach, che e’ anche specializzato in business e finanze. Privatamente, pagheresti circa 2000 euro al mese. Con noi di Hai Potere, hai una riduzione fino a  1/20 del prezzo, quindi questo è un altro grande vantaggio per te. Il coaching ha il costo di circa un caffè o bevanda al giorno al bar, ma è una necessità e porta tanti benefici, invece del caffe’ puoi farne a meno. Facendo ciò che dice il programma di coaching (1-3 nuove azioni prioritarie settimanali, con eventuali azioni di completamento e/o mantenimento, per equilibrare), avrai un sacco di soldi per pagare tutte le tue necessità e anche tutti i caffè che vuoi  🙂

Lei conosce l’America e conosce l’Italia. Quali sono le differenze profonde tra le società dei due paesi?

Gli Americani statunitensi hanno una spiccata mentalità  imprenditoriale e si vede anche dai successi ottenuti. Inoltre, gli statunitensi non hanno problemi o tabù a parlare di denaro, di guadagni e liberta’ finanziaria. Mentre gli Italiani hanno leggi che sono più’ obsolete e c’è più burocrazia. Gli statunitensi lavorano molto, con pochi giorni di vacanze, sono molto competitivi, credono nel capitalismo e nel libero mercato.  Gli Italiani non hanno  ancora termini come “venture capital”.

Quali sono i paesi europei dove il coaching sta prendendo più rapidamente piede?

I paesi europei dove il coaching sta prendendo più rapidamente piede, sono i paesi  Nordici,  nord Europa, dove l’inglese è la seconda lingua, perchè l’inglese è la business language e anche il coaching è nato con questa lingua!

Esclusiva di Ticinolive