Collina d’oro – È guerra aperta tra Maristella e Giorgio. Un comunicato al vetriolo

Alla radice dello scontro c’è una storia legata all’assunzione di un agente di polizia, che è poi risultato indagato per determinati reati. Di questo fatto, che ha assunto una rilevanza abnorme, hanno parlato all’infinito i media: non lo rievochiamo.

Il PLR voleva in sostanza che il dottor Cattaneo si dimettesse, lasciando spazio al suo subentrante PLR. Ma Cattaneo non ha accettato, limitandosi a cedere il dicastero Polizia a un collega e ponendosi così in rotta con il suo stesso partito.

Pubblichiamo il comunicato ufficiale della Sezione, non senza esprimere al Vicesindaco, che conosciamo bene, i sensi della nostra stima.

* * *

Il Comitato della sezione PLR di Collina d’Oro prende atto con preoccupazione dell’avvenuto arrocco deciso dal Municipio, dei Dicasteri Polizia e Cultura. Cattaneo si è reso conto delle evidenti difficoltà avute nella conduzione del Dicastero Polizia e ha proceduto, senza nostro consenso, allo scambio.

In questi ultimi mesi la Polizia comunale ha conosciuto diversi avvicendamenti, dalla perdita del comandante dimissionario al licenziamento del vicecomandante per problemi penali, cambiamenti questi che hanno sicuramente disorientato il gruppo di agenti. Alla Cittadinanza sono note le difficoltà riscontrate dal Corpo di Polizia del nostro Comune nonché il progetto di collaborazione con il Comune di Paradiso per una Polizia strutturata intercomunale in fase di implementazione. È quindi indispensabile ed importante che il nostro Corpo di Polizia comunale lavori in un clima di serenità e che possa essere supportato da una conduzione politica coerente e chiara, ciò che non è effettivamente successo negli ultimi mesi.

Cattaneo ha deciso di sua spontanea volontà di rimettere il proprio mandato nelle mani del collega municipale rappresentante del PPD, che avrà il difficile compito di riportare l`auspicata serenità fra gli agenti.

La sezione PLR sostiene da sempre i propri municipali con vigore e convinzione ma da loro si aspetta, con altrettanta fermezza, che si assumano con coerenza le proprie responsabilità, onorando il mandato ricevuto. Per questo motivo il Comitato della sezione PLR di Collina d’Oro, all’unanimità, si distanzia dalla decisione del municipale PLR e vicesindaco, Giorgio Cattaneo, di rinunciare al Dicastero Polizia. Si tratta, secondo il Comitato, di una grave rinuncia che crea disagio e sconcerto nella comunità liberale-radicale della Collina. Pertanto, e dopo averlo comunicato anche ai consiglieri comunali PLR, il Comitato si vede costretto, suo malgrado, all’odierna presa di posizione nel rispetto della massima trasparenza.

Si precisa che nel corso delle sedute straordinarie del Comitato PLR, anche in presenza dei consiglieri comunali, la Sezione aveva chiesto a Cattaneo di fare un passo indietro a fronte delle critiche mosse da più parti e dalla sfiducia dimostratagli dagli agenti di Polizia, in modo da permettere al suo subentrante di mantenere e prendere in mano saldamente il Dicastero. Ma Cattaneo ha scelto di ignorare l’invito rivoltogli dal partito sacrificando l’importante Dicastero passato così in altre mani.

Le ripetute argomentazioni frammentarie e contrastanti pervenute al Comitato, con parecchio ritardo, spiegazioni vaghe e imprecise ascoltate nelle sedute straordinarie indette nelle ultime settimane, non permettono al Comitato di avallare la rinuncia a un Dicastero così delicato per i nostri concittadini. Ma soprattutto non accetta lo scarso impegno e la mancanza di disponibilità del capo Dicastero nei confronti della Sezione dalla quale ha invece sempre ricevuto appoggio e sostegno.”

Per il comitato della sezione PLR, Maristella Polli, presidente

.