Lugano Airport – Sulle dimissioni del presidente Emilio Bianchi si esprime Tiziano Galeazzi (UDC)

A seguito dell’annuncio delle dimissioni dell’avv. Emilio Bianchi il capogruppo UDC in Consiglio comunale ci ha fatto pervenire la seguente presa di posizione. All’opinione di Galeazzi ci permettiamo di aggiungere la nostra, che è questa: non si nota alcun progresso concreto e sembra che nessuno sappia cosa fare.

Siamo noi che ci sbagliamo? Lo speriamo vivamente!

* * *

Il nostro gruppo in Consiglio Comunale, e cosi l’UDC sezione Lugano, ha sempre mantenuto una linea chiara sulle presenze e nomine nei consessi municipali, quali le società partecipate o parzialmente controllate. Anche in questo caso della LASA (Lugano Airport SA) da un anno a questa parte abbiam contribuito, senza riuscirci, nel sostenere l’inserimento di persone competenti dal punto di vista tecnico settoriale. Questo sta a significare la nomina di persone che nello specifico ambito conoscano il mondo dell’aviazione in generale e la  gestione strategica e commerciale di un aeroporto.

Quando vi furono da sostituire tre persone nel CdA di LASA nel 2017, avanzammo pure noi, senza diritto di partito, due candidature riguardanti  personalità professionali  di settore: Mosé Franco (fondatore di Darwin) e Marco Villa (progetti e sviluppi aeroportuali).

Come andò, lo sappiamo tutti. Il meccanismo partitico di ripartizione dei posti da occupare è ancora fortemente in auge a Lugano come in altre località. Per questo, come UDC, siamo favorevoli alla “governance” affinché vengano meno le attribuzioni alle forze politiche, ma piuttosto valorizzate le competenze professionali nei settori richiesti.

Il caso di oggi riguardo alle dimissioni dell’Avv. Bianchi rientra ancora, ahinoi, nella logica partitica ripartizionale. In questo caso il sostituto o sostituta sarà di area PPD. Il nostro auspicio – per poter appoggiare tale candidatura in Consiglio Comunale – va nella direzione di un profilo che abbia competenze nel campo specifico. Che abbia conoscenze del mondo dell’aviazione privata e commerciale e perché no anche di tutto quanto si debba sapere sulla gestione strategica di un aeroporto confrontato con le realtà nazionali e internazionali. Forse è pretendere troppo? Mah….

In ogni modo appena sapremo chi sarà il candidato o  la candidata (mancano donne in seno alla LASA) faremo le nostre valutazioni sul profilo per poi decidere il sostegno o meno del nostro gruppo in Consiglio Comunale.

Decidere sulla presidenza della LASA, per contro, è un compito che spetta al solo Consiglio d’amministrazione, quindi fuori dalla portata dei nostri radar.

Tiziano Galeazzi
capogruppo UDC in Consiglio Comunale