Oltre il sipario: misteri e mestieri del Teatro, un libro per bambini ma non troppo – di Cristina T. Chiochia

Il Teatro cerca di contattare la realtà fuori da noi. L’ha sempre fatto e sempre lo farà. Eppure all’ombra della generazione “millenial” quello che si nota è che lo splendido mondo teatrale è spesso ignorato dai più piccini. Con lo splendido obiettivo di comprendere  ed ovviare a ciò, è appena arrivato in libreria un bel libro di Skira Kids dove i vari ruoli del teatro, tra misteri e mestieri, promette il titolo, danno libero spazio alle parole ed alla fantasia dei suoi protagonisti che vivono come i personaggi di un libro illustrato per bambini. Un libro quello proposto da Skira con “Oltre il sipario: misteri e mestieri del teatro “che guiderà i bambini alla scoperta dei mestieri del teatro è vero, ma in modo buffo e divertente con delle immagini che diventano le figure stesse dei suoi protagonisti, cosi come possibile con la fantasia.

Bello quindi questo “oltre il sipario Misteri e mestieri del teatro” con i testi di Stella Casiraghi e le illustrazioni di Rosalba Suelzu.

Un teatro che racconta se stesso con un forte senso di appartenenza. Come un gesto d’amore per sè ed i suoi protagonisti.

Attraverso solo ciò che appare sul palcoscenico quando il sipario si apre, né semplicemente un edificio. Come recita il comunicato stampa “lo spettacolo è anche dietro le quinte. Attraverso le pagine di questo volume scopriremo chi sono il regista e l’attore, lo scenografo e il costumista, cosa fa un truccatore e quali sono gli attrezzi necessari per costruire le scene. E molto di più. Ma quel che importa veramente, impareremo quali sono le doti richieste allo spettatore doc di ogni età: l’attenzione e la curiosità, l’immaginazione e l’impegno, l’ironia e l’autoironia… E quella fondamentale che è il coraggio di sognare ancora”

Ne interpreterà  le esigenze? Potrà offrire  nelle sue spegazioni tra linguaggio del corpo, dell’attore e del regista e le altre figure professionali “oltre il sipario”,  la vera ispirazione dell’uomo che si fa libero, si realizza in questo movimento  tra palco e realtà? tra personaggio  e persona e parole in un movimento  unico che tenta di liberare l’uomo dal condizionamento delle parole stesse? Il bambino in questo libro, apprende che qualcosa può cambiare. usare concetti chiave nuovi con l’aiuto sicuramente di un adulto , che necessariamente deve rivelarsi curioso e sensibile, in un  lavoro che spesso i libri per bambini non hanno. La voglia di chi si conosce sa per comunicare. In questo senso di realtà “aumentata”sempre maggiore, allenata nella lettura la mente del bambino e forse, nel corpo pronto e reattivo con quel circolo che è virtuoso in qualche gioco in cui l’avrà poi coinvolto l’adulto,  ecco l’energia che è vitale.

Perchè mai come in questi anni cosi confusi è necessario trovare trovare IL MODO per interessare alla cultura ed all’arte i bambini, al come fare., per rimanere aperti, in dialogo costante con sè e gli altri, che questa società sta purtroppo, disabituando a fare.

Cristina T. Chiochia

* * *

Stella Casiraghi l’autrice è italiana, classe 1961 ed ha al suo attivo molte monografie di storia culturale in Italia. 

Rosalba Suelzu è nata in Sardegna nel 1957. Insegna chimica dei materiali al Liceo Artistico di Sassari e del libro invece è l’illustratrice.

Un libro per grandi e piccini. Da leggere insieme.