“Non pensare all’elefante, è un ordine!” – Benalla, Macron e Foa: Pensiero del giorno

Il “caso Foa” a nostro avviso riveste un’importanza che va molto al di là della poltrona, di per sé cospicua, in palio. Proponiamo come Pensiero del giorno questa sua azzeccata riflessione sui Macro-scopici errori di Macron.

Il presidente Macron e Benalla  (dal blog “Il Cuore del Mondo”, 25 luglio, a tutt’oggi l’ultimo articolo)

E’ incredibile l’errore di comunicazione commesso da Emmanuel Macron. Quando devi smentire non devi mai usare la negazione, perchè il subconscio tende a trascurare il “non”. Il grande linguista americano George Lakoff lo spiega magistalmente da anni sin dal titolo del suo celebre saggio “Non pensare all’elefante”. Vi invita a non pensare a quell’animale e tu lettore, cosa stai facendo in questo momento? Stai pensando all’elefante. Con la sua improvvida dichiarazione di ieri, il presidente francese ha commesso due sbagli colossali.

Il primo: nessuno in Francia, sui media e nel mondo politico, aveva formulato il sospetto che il capo dell’Eliseo avesse una relazione amorosa omosessuale con la sua guardia del corpo Benalla. L’indiscrezione girava sul web e nei salotti ma un conto è il pettegolezzo, ben altro peso ha una presa di posizione ufficiale. Incredibilmente è stato lo stesso Macron a sdoganare il non detto e dunque da oggi e per gli anni a venire l’argomento non è più tabù.

Il secondo errore: riprendendo Lakoff, se tu dici “Benalla non è il mio amante”, la gente pensa che lo sia o che possa esserlo. (…)

Marcello Foa