Bellinzona. “Giuliano l’Apostata nella letteratura e nell’arte”. Conferenza di Stefano Conti

Uno storico e scrittore: Stefano Conti. Un incontro spettacolo: quello che Conti sta portando in giro tra musei, scuole e aree archeologiche.

Il 18 ottobre alle 18 sarà la volta di Bellinzona, al Liceo Cantonale, ad ospitare l’evento (ingresso gratuito) organizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana di Cultura Classica – delegazione svizzera.

Una conferenza accademica a metà tra storia e archeologia, letteratura e opere d’arte, in cui Stefano Conti utilizzerà foto evocative di luoghi affascinanti per affrontare il tema “Giuliano l’Apostata nella letteratura e nell’arte: la fortuna di un imperatore filosofo dall’epoca romana ai giorni nostri”.

I presenti saranno così condotti in una sorta di viaggio nello spazio e nel tempo, dalla Costantinopoli bizantina alla Venezia al tempo dei crociati, dall’Asia Minore romana alla Firenze rinascimentale della famiglia dei Medici.

Stefano Conti, storico e docente di Storia Romana ed Epigrafia Latina all’Università di Siena, è impegnato in un tour itinerante in tutta Italia incentrato sull’affascinante figura di Flavio Claudio Giuliano, noto come l’Apostata. Imperatore romano, ma anche filosofo e scrittore, fu l’ultimo regnante dichiaratamente pagano. Non solo: tentò di riportare e riformare il paganesimo in un’epoca, quella successiva a Costantino, che si stava sempre più cristianizzando. Morto a soli 32 anni (nel 363 d.C. nella campagna militare contro i Persiani), ha suscitato accesi dibattiti e discussioni tra gli studiosi.

Conti ha studiato per oltre venti anni l’imperatore filosofo ed è autore di due libri di carattere scientifico: il primo raccoglie le iscrizioni greche e latine a lui dedicate in tutto l’impero, il secondo analizza la fortuna letteraria di Giuliano negli autori medievali e rinascimentali.

www.iosonolimperatore@libero.it per informazione e contatto