“Cari organizzatori, questo pensiamo di Tito e Marcello”

(messaggio proveniente da un ente di Stato di primaria importanza)

Vi ringrazio per l’informazione sull’evento. Sono allibito per la scelta dei due relatori da parte del vostro Circolo: chiamare due personaggi così discussi e così discutibili per una conferenza sull’informazione, senza nemmeno una controparte, significa dare un “taglio” unilaterale alla serata. Sono sicuro che la Svizzera italiana ha molto di meglio e, soprattutto, di più credibile da offrire per parlare di media e di società.

Buona giornata e cordiali saluti.

* * *



Il messaggio (che non era indirizzato a me) mi ha molto rattristato, soprattutto perché ferisce due persone amiche, che ammiro.

Ho pensato: deve collocarsi molto in alto un personaggio che si permetta un simile tagliente disprezzo. Per fortuna non so chi sia, mi toccherà indovinare.