Nel giorno della sconfitta, un pensiero di Alessandra Noseda

Dolorosamente curioso considerare come la maggioranza tra coloro che hanno votato, pensando di allinearsi da bravi bambini, abbia condannato la Svizzera a far la mosca bianca contro tendenza: mentre i popoli che fanno parte dell’Europa politica cominciano a rivoltarsi contro il regime che li priva di identità e sovranità, la Svizzera, che ne dovrebbe essere fuori, è consegnata a questo potere marcescente e tronfio. No all’autodeterminazione, bravissimi, esultate nuovi isolati schiavi. Peccato che nel gioco delle votazioni trasciniate anche noi.

Alessandra Noseda