Donatello Poggi sconfigge il delitto d’opinione

Noi, si sa, non amiamo il delitto d’opinione, che consideriamo “medioevale”. Tuttavia il legislatore l’ha voluto introdurre nel Codice e noi dobbiamo rassegnarci.

Ma non ci asterremo dal complimentarci con Poggi. Bravo Donatello!

 Le imputazioni contro Poggi riguardavano due articoli apparsi nel 2012 (genocidio di Srebrenica). Gli scritti non volevano negare il genocidio ma esprimevano una sua personale opinione, nei limiti della libertà d’espressione garantita dalla Costituzione. Questo afferma il Tribunale federale nel suo dispositivo.