Chi sono i Liberalconservatori? Domani (se venite all’USI) lo saprete

La Law and Politics in USI vi invita alla serata di discussione

 Liberalconservatorismo 2.0  Un’idea attuale e percorribile?

Dialogheranno con il pubblico

* * *

“Desiderano poche cose ma essenziali: sentirsi liberi, una famiglia che li ami, un lavoro che li paghi dignitosamente, un Dio che li perdoni e una patria che li protegga”

Tito Tettamanti Alfonso Tuor

Sergio Morisoli (autore di “Liberalconservatorismo”)

 Modera Roberto Antonini

Introduce Paolo Pamini

Di questi tempi, quasi tutti realizzano che qualcosa sta cambiando, non si sa se in bene o in male. Le vite di molti sono in qualche modo trasformate. Sono quelle persone che si alzano ogni mattina per lavorare, che a fatica ma con orgoglio tengono in piedi la loro famiglia, che pagano fino all’ultimo centesimo le imposte, quegli imprenditori che creano lavoro per sé e per gli altri, tutti quelli che dallo Stato non ricevono (per fortuna) neanche un centesimo e non gli chiedono nulla, non sfilano e non hanno lobby. Desiderano poche cose ma essenziali: sentirsi liberi, una famiglia che li ami, un lavoro che li paghi dignitosamente, un Dio che li perdoni e una patria che li protegga.

È giustificato e attuale parlare oggi di liberalconservatorismo, ossia della proposta di risposta profilata e politicamente non corretta che fonde il meglio del liberalismo e del conservatorismo?

 

Quando?

Martedì 26 marzo 2019, ore 18:00

Dove?

Aula A11, Università della Svizzera Italiana

L’entrata è libera e non è necessaria iscrizione