Il calciatore brasiliano Neymar deve affrontare due indagini di polizia

Secondo un rapporto della polizia brasiliana depositato a San Paolo, la 26enne modella e attrice brasiliana Najila Trindade Mendes, ha denunciato di essere stata violentata e aggredita a maggio in una camera d’albergo a Parigi dal giocatore brasiliano del Paris Saint-Germain, Neymar da Silva Santos Jr.

L’accusa comporta per il brasiliano  di dover affrontare due distinte indagini di polizia in Brasile. Una condotta dalla polizia di San Paolo che riguarda la denuncia di stupro e l’altra condotta dalla polizia di Rio de Janeiro che riguarda il crimine informatico per aver divulgato immagini private senza consenso, che in Brasile è punito con una reclusione fino a cinque anni.

La donna, residente in Brasile, ha dichiarato alla polizia di aver conosciuto Neymar su Instagram iniziando a scambiarsi messaggi. Il 15 maggio scorso, il giocatore l’ha invita ad incontrarlo a Parigi presso l’Hotel Sofitel Paris Arc Du Triomphe fornendo biglietto e alloggio. Secondo il rapporto Neymar apparentemente ubriaco, arrivò verso le 8 di sera. I due hanno iniziato a parlare e a scambiarsi atteggiamenti “teneri”, ma ad un certo punto, sempre secondo le affermazioni della donna, Neymar ha cominciato a diventare aggressivo l’avrebbe costretta a un rapporto sessuale contro la sua volontà.

La donna ha lasciato Parigi il 17 maggio e ha aspettato di rientrare in Brasile per presentare la denuncia perché emotivamente scossa e spaventata.

Neymar ha negato le accuse di stupro, pubblicando, mentre era in allenamento a Rio de Janeiro con la nazionale brasiliana, le conversazioni su WhatsApp contenenti messaggi a sfondo sessuale e foto intime della donna, nonché un video del flirt avvenuto in camera d’albergo. Fatti, secondo il giocatore, che dimostrano completamente l’opposto di quello di cui viene accusato, affermando che quanto è avvenuto entro quelle quattro mura era una relazione consensuale tra un uomo e una donna, qualcosa che succede ad ogni coppia innamorata. Ma che invece per lui avrebbe rappresentato una trappola.

La donna ha ammesso però che c’era l’intento sessuale nei suoi messaggi: “Avevo il desiderio di stare con Neymar e quando lui è arrivato in albergo era aggressivo e totalmente diverso dal ragazzo che ho conosciuto attraverso i messaggi”.

La società NR Sport, specializzata nella gestione dell’immagine della carriera di Neymar, ha dichiarato in un comunicato stampa che il giocatore è stato vittima di una tentata estorsione praticato da un avvocato della città di San Paolo che rappresenta gli interessi della donna.

La procura di Parigi non ha avviato per il momento nessuna indagine sul caso, ma la NIKE, che ha concesso a Neymar l’uso di un proprio marchio di scarpe con il suo nome, ha dichiarato di essere molto preoccupata dalle accuse di stupro e potrebbe mettere in dubbio la sua partnership con il calciatore più costoso del mondo.

Secondo Forbes, Neymar è al quinto posto nella lista degli atleti più pagati con 90 milioni di dollari l’anno oltre ai 17 milioni provenienti dalle sponsorizzazioni.