Sito d’incontri o agenzia matrimoniale? In Italia è arrivata la legge per tutelare i single in cerca d’amore

Liliane Tami intervista il Dott. Prati, presidente dell’associazione Mediatori Matrimoniali

In Canton Ticino, dal punto di vista legale, non c’è differenza tra un sito di incontri come badoo o meetic e un’azienda matrimoniale seria. Adesso, in Italia, grazie all’Associazione Italiana Mediatori Matrimoniali A.I.Me.Ma, fondata il 12 settembre 2019, è stato istituito un Elenco di professionisti in grado di avviare un’azienda matrimoniale. Prima che nella vicina penisola venisse riconosciuto giuridicamente l’elenco di questi professionisti, formati in modo specifico, qualsiasi malintenzionato o privo di capacità professionale poteva aprire un’agenzia matrimoniale. L’Associazione Italiana Mediatori Matrimoniali “A.I.Me.Ma”, governata da un comitato direttivo formato da giuristi, psicologi, psichiatri e professionisti del settore, ha chiesto ed ottenuto l’elenco professionale di Mediatori Matrimoniali. Ai sensi della legge 4 del 2013 con l’istituzione di questo elenco professionale si proteggono i single che, cercando l’anima gemella, rischiano di pagare soldi ad agenzie che poi gli offrono solo inutili chat con altre persone oppure incontri di scarsa qualità e nei casi peggiori nessun incontro. Massimiliano Prati, presidente dell’associazione A.I.Me.Ma, ci spiega l’importanza della sua battaglia per istituzionalizzare la figura del mediatore matrimoniale. Sarebbe opportuno che le autorità Cantonali tutelino mediante una specifica normativa la clientela utente sia dei siti d’incontro e sia delle agenzie matrimoniali.

immagine Pixabay

Dott. Prati, perché è nata la necessità di fondare quest’associazione?

L’associazione è nata perché mi sono accorto quanto sia importante per l’essere umano la ricerca di un partner duraturo e quanto, purtroppo, la ricerca dell’amore renda ingenui. Moltissime persone, infatti, pagano per iscriversi a siti d’incontri o ad agenzie matrimoniali senza che queste abbiano personale adeguatamente formato. Mancava un codice deontologico di base per chi opera in questo settore, e di conseguenza ogni agenzia matrimoniale o club per single poteva definirsi tale ed accoppiare le persone a caso, senza compiere un’attenta profilatura del proprio iscritto e senza avere una conoscenza precisa dei loro sentimenti più profondi. O, peggio ancora, mettere in contatto persone a caso solo per soldi.

Quale è lo scopo ideale dell’associazione?

Lo scopo dell’associazione è promuovere la formazione degli operatori che lavorano in ambito dell’agenzie e la tutela della clientela, perché i mediatori matrimoniali, proprio come gli psicologi e psichiatri che in Italia possiedono un albo, con la loro professione vanno ad interferire coi sentimenti più profondi dei clienti ovviamente senza mai sostituirsi a queste due figure professionali. Noi vogliamo aumentare le connessioni tra persone potenzialmente compatibili: perciò i corsi per diventare mediatore matrimoniale sono interdisciplinari e includono scienze umane, psicologia, diritto, antropologia e filosofia.

Che norme ci sono in Ticino per tutelare i clienti delle agenzie matrimoniali?

In Ticino è stata emanata, nel 1996, una direttiva dalla polizia Cantonale consultabile anche su internet. In questo documento ufficiale si può leggere che le agenzie matrimoniali del cantone devono avere una sede fisica e non possono offrire il proprio servizio ai clienti sposati. Per ciò che riguarda i siti d’incontro on-line non vi sono però leggi. Il legislatore dovrebbe fare una valutazione per ciò che riguarda i siti d’incontro e le chat online, sprovviste di una sede fisica. Le leggi, in questo caso, sono necessarie per tutelare i clienti che si affidano alle suddette agenzie. Il rischio di imbattersi in una situazione spiacevole, quando non vi sono norme morali e garanzie di tipo professionale che disciplinano l’esercizio di una professione, è elevato.

Perché sono importanti le agenzie matrimoniali oggi?

Purtroppo l’Europa è in grave difficoltà: nascono sempre meno bambini e in futuro ci saranno troppi anziani. Chi opera nel settore delle agenzie matrimoniali deve essere innanzitutto animato da grande filantropia al fine di aiutare i giovani e i meno giovani a riscoprire la gioia di vivere insieme in coppia. I mediatori matrimoniali, la cui professionalità è garantita dai nostri corsi specifici riconosciuti ai sensi della legge 4 del 2013 sono in grado di elaborare la profilazione di ogni individuo e accoppiarlo al meglio con un partner compatibile. L’eccesso di liberismo, l’insicurezza nelle relazioni di coppia, l’edonismo fine a sé stesso e il consumismo applicato ai rapporti di coppia hanno deteriorato la capacità di trovare un partner affidabile per una relazione stabile. L’agenzia matrimoniale aiuta, nel privato, la persona a trovare realizzazione nel legame di coppia e nel pubblico, collabora per rendere la società più felice favorendo una politica di stabili relazioni sentimentali e la costituzione di nuove famiglie a vantaggio del benessere della comunità umana.

Cosa fa il Mediatore Matrimoniale?

Il mediatore matrimoniale professionale è una missione sociale il cui obiettivo è il miglioramento della qualità di vita del cliente, sostenendolo nella ricerca di un partner. Il consulente matrimoniale offre uno spazio di ascolto e di riflessione e si attiva nella ricerca di un partner affine. Promuove e media l’incontro tra persone con la finalità di creare situazioni favorevoli a una possibile relazione sentimentale tra essi. È evidente che per poter fare ciò bisogna avere un’adeguata sensibilità innata e sostenuta da un adeguato curriculum di studi: chi ha conseguito una laurea in psicologia, psichiatria, filosofia e altre discipline umanistiche è sicuramente più idoneo ad esercitare questa professione rispetto a chi si improvvisa mediatore matrimoniale e considera la professione un mero business senza alcuna competenza specifica.

Il lato etico del suo lavoro è molto importante?

L’amore può elevare l’animo umano verso al Bene ma, al contempo, può anche spingerlo nei più perversi abissi del vizio. Oggigiorno, nell’era dell’usa-e-getta, trovare un consorte fisso, con cui affrontare il destino anche nelle avversità, è cosa sempre più rara. Questa disperata ricerca dell’anima gemella, causata dal liberismo che scioglie i legami duraturi di coppia, ha fatto aumentare la richiesta di siti e agenzie matrimoniali. Purtroppo le agenzie truffaldine, in questo ambito, crescono ovunque soprattutto tramite internet. Per gli antichi greci l’amore perfetto è composto da Eros (amore erotico), philia (amicizia) e Agapè (amore ideale), ma in questi siti d’incontri, se si è fortunati, a prevalere è solo Eros. Se si è sfortunati, invece, si paga l’iscrizione e dopo estenuanti chat non si riesce nemmeno ad incontrare un altro essere umano per un caffè. Questa società, resa anoressica emotivamente dall’eccesso di pornografia e incapace di amori stabili, ha bisogno di riscoprire l’amore duraturo che solo un incontro fortunato può dare – o forse grazie anche a un buon mediatore matrimoniale.

Intervista di Liliane Tami