Ponte Milvio, tragico incidente nella notte: indagato per omicidio stradale il figlio del regista Genovese

le vittime

Roma Nord, Ponte Milvio. Zona frequentatissima da giovani e giovanissimi della zona. E’ quasi mezzanotte, due ragazze, Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, di 16 anni, attraversano la strada, mano nella mano. E’ notte, diluvia. Non c’è nessuno, per strada. Passano col rosso.

Sopraggiunge una Renaul Koleos, passa col verde, non le vede, le travolge, le sbalza di alcuni metri. Le ragazze muoiono sul colpo, a 16 anni. Due vite spezzate, due famiglie distrutte.

Alla guida della Renault era Pietro Genovese, 20 anni.

Pietro Genovese, figlio del noto regista

Suo padre è il regista Paolo Genovese, vincitore del David di Donatello per il miglior film, per la migliore sceneggiatura, e del Nastro d’argento per la miglior commedia (tutti i premi per perfetti sconosciuti 2016), e autore di altri numerosi film, vincitori di premi. Regista de “la banda dei babbi natali“, che ha ottenuto molto successo, con Aldo Giovanni e Giacomo e di Tutta colpa di Freud nonché di Immaturi e di Immaturi in Viaggio. 

Pietro viene sottoposto ai test alcolemici e tossicologici: è positivo. Agli inquirenti, che lo indagano per omicidio stradale, si spergiura, tra le lacrime, di non averle viste.

L’ultimo messaggio di una delle due ragazzine alla mamma era “sto tornando a casa.”