Un progetto ambizioso e visionario quello proposto per dare un nuovo look al lungolago di Lugano. Spazi urbani innovativi e moderni, quasi utopici, sono stati raffigurati nei render distribuiti oggi dall’ufficio interazione di design CRA. Al centro del progetto un’isola rotante, un giardino sull’acqua collegato alla terraferma con due passerelle che non si ferma mai e offre sempre ai suoi visitatori un paesaggio diverso da ammirare.

L’isola sarebbe inoltre provvista di un auditorium, un’area di ristoro, un’area educativa e una sorta di lido che permetta l’accesso all’acqua. La struttura si troverebbe davanti al Palazzo civico e a piazza Rezzonico e sarebbe affiancata da altre due isolette di dimensioni più ridotte. Una dovrebbe ospitare una palestra galleggiante e l’altra un palco nelle vicinanze della riva.

Il progetto è stato inizialmente presentato al Lugano Living club, piattaforma che ha lo scopo di discutere e promuovere lo sviluppo urbano, e ha ricevuto il sostegno di tutte le aziende partecipanti. Il progetto rientra in un più ampio contesto, quello del Vision Plan che cerca di immaginare Lugano del futuro. Il sindaco Marco Borradori ha espresso la sua soddisfazione del progetto: “Lugano si impegna a ridisegnare il lago e il centro città per i futuri cittadini, concentrandosi su una crescente attenzione agli spazi pubblici dinamici, sulla coesistenza di diversi vettori di mobilità, sullo sviluppo di aree verdi, sul ruolo dell’acqua nella vita della città, l’impatto del paesaggio e molto altro. Il percorso è iniziato nel 2018, quando il Comune ha identificato nell’innovazione uno dei punti chiave per lo sviluppo urbano. Si spera che il prossimo passo sarà una competizione aperta per creare un nuovo piano generale per la città di domani. Il nostro desiderio è che la visione possa presto prendere la forma di un progetto realizzato”.